**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

21.7.2018

In auto con fido

Quando viaggiamo in auto con il nostro amico a 4 zampe come dobbiamo comportarci?
L'abbiamo chiesto a Sabrina Giussani medico veterinario che si occupa di medicina del comportamento.
Buongiorno, spesso il cane e l'automobile non vanno d'accordo! Per consentire al cucciolo di “imparare a viaggiare”, è necessario compiere brevi tragitti almeno una volta al giorno fin dal momento dell'adozione. È bene vaporizzare la zona in cui il piccolo viaggia, con i feromoni di appagamento (DAP) circa 10 minuti prima di iniziare il trasporto. Così facendo sarà più tranquillo, come se la mamma fosse lì con lui! È necessario inizialmente posizionare il cane sul sedile posteriore e non nel bagagliaio, troppo lontano dal proprietario. In seguito è possibile trasferirirlo nel retro dell'auto. La normativa vigente consente di utilizzare la rete, la cintura di sicurezza ed il trasportino. Nel caso in cui si optasse per il trasportino è necessario abituare il cucciolo fin dal momento dell'adozione ad utilizzarlo come casetta – cuccia in casa per portare, poi, questo “luogo sicuro” nell'automobile. L'utilizzo dei feromoni di appagamento poco prima di ogni trasporto permetterà al cane di viaggiare con maggiore tranquillità.
Grazie a Sabrina Giussani, ci sentiamo domani per parlare del viaggio in auto con il gatto.

15.7.2018

Animali per il contenimento della CO2

Gorilla, oranghi e scimpanzè giocano un ruolo chiave nel contenimento della CO2: la loro presenza, infatti, contribuisce alla crescita delle foreste tropicali. E se dovessero venire a mancare la Terra se la passerebbe peggio.
In un nuovo studio internazionale pubblicato sulla rivista Science Advances, i grandi animali che si nutrono prevalentemente di frutta, assolvono la funzione di spargere i semi più grandi, in grado di assorbire e immagazzinare meglio l'anidride carbonica rispetto agli alberi di piccola taglia. In altre parole i grandi primati, come anche i tapiri e i tucani, «seminano» gli alberi più utili all'ambiente, ingerendo i semi che passano intatti nel tratto digestivo e vengono poi dispersi a terra.
«I grandi mammiferi e uccelli sono minacciati dalla caccia, dal traffico illegale e dalla perdita di habitat», spiegano gli esperti. Un fenomeno confermato dall'Unione internazionale per la conservazione della natura, secondo cui oltre la metà dei primati presenti nel mondo è a rischio estinzione.
L'auspicio degli studiosi è che «i programmi dell'Onu per la riduzione delle emissioni causate dalla deforestazione considerino la preservazione della fauna delle foreste come precondizione fondamentale». Proteggere gli animali in ogni caso aumenterà l'efficacia degli sforzi in atto.

14.7.2018

Amazon vende animali vivi

«Non consentire ad alcuno di vendere animali sulla piattaforma Amazon». Questo è quanto l'Ente Nazionale Protezione Animali chiede alla società e-commerce in seguito alla pubblicazione di diversi annunci relativi alla vendita di astici vivi.
«Gli animali - riferisce Enpa - vengono inscatolati e spediti all'indirizzo del destinatario. Dove arrivano nel giro di qualche giorno. Le inserzioni sono state pubblicate nelle pagine del Regno Unito, ma sono possibili spedizioni anche all'estero. Italia compresa».
«Imballare un astice vivo, prelevandolo dal proprio ambiente e obbligandolo a viaggiare in una scatola per centinaia, migliaia di chilometri, è una forma di maltrattamento - prosegue Enpa -. Amazon non deve rendersene corresponsabile».
Si auspica che «il colosso dell'e-commerce sia sensibile alle ragioni della tutela animale e che tenga conto delle numerosissime critiche ricevute dai suoi stessi iscritti. Se non dovesse accadere - conclude l'associazione - siamo pronti a lanciare lo «sciopero degli acquisti», anche in concomitanza con l'Amazon Prime Day (16 luglio)».
«L'e-commerce non può e non deve essere terra di nessuno - conclude Enpa -: un mercato virtuale dove la mancanza di un chiaro riferimento territoriale sia presa a pretesto per non osservare neanche le più elementari regole di rispetto e di tutela degli esseri viventi non umani».

8.7.2018

In treno Trenitalia con Fido e Micio

Come promesso oggi parliamo di come viaggiare con il cane o il gatto con TRENITALIA - Sui treni nazionali:
E' consentito il trasporto gratuito dei cani di piccola taglia, gatti ed altri piccoli animali domestici da compagnia che devono essere custoditi nell'apposito contenitore di dimensioni non superiori a 70x30x50 e tale da escludere lesioni o danni sia ai viaggiatori che alle vetture. A bordo delle carrozze a cuccette, vagoni letto, e vetture Excelsior, è necessario acquistare il compartimento per intero (escluso il cane guida per i viaggiatori non vedenti). Nelle carrozze ristorante/bar non è consentito l'accesso agli animali (fatta eccezione solo per il cane guida dei non vedenti)
Ricordiamo che per il trasporto del cane occorre acquistare oltre al proprio biglietto (di qualsiasi tipologia), un biglietto di seconda classe o livello Standard al prezzo Base previsto per il treno utilizzato ridotto del 50 per cento, anche per i viaggi in prima classe e nel livello di servizio Business.
Per viaggi nel mese di agosto 2018, il biglietto per l'animale può essere acquistato al prezzo fisso promozionale di 5 euro. I passeggeri devono tenere il cane al guinzaglio e munito di museruola. A bordo delle carrozze a cuccette, vagoni letto e vetture Excelsior, occorre acquistare un biglietto alla tariffa Ordinaria Nazionale di seconda classe ridotta del 50 per cento. Il cane guida per viaggiatori non vedenti è ammesso gratuitamente su tutte le categorie di treni, classi o livelli di servizio e nelle carrozze ristorante/bar. Per questi cani non è, inoltre, previsto l'obbligo dell'acquisto dell'intero compartimento cuccette, VL o Excelsior.
Importante: in tutti i casi, per il trasporto del cane di qualsiasi taglia occorre sempre avere il certificato d'iscrizione all'anagrafe canina e il libretto sanitario (o, per i cittadini stranieri, il passaporto in sostituzione di entrambi i documenti). Tale obbligo non è previsto per il cane guida per viaggiatori non vedenti che possono viaggiare su tutti i treni gratuitamente senza alcun obbligo.
Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642643644645646647648649650651652653654655656657658659660661662663664665666667668669670671

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.