**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

16.10.2015

Cani orfani. Come aiutarli

Ecco una delle tante mail inviate qui alla pagina del veterinario di pronto fido.
"Chiedo un aiuto per i miei due cani, il loro padrone al quale erano legatissime è mancato e loro mostrano una terribile agitazione. Si tratta di due femmine una beagle di 4 anni e una setter di 2. Ho provato con integratori, collare ai feronomi, ma pare tutto inutile, esiste un calmante adatto? Oltretutto i vicini di casa si lamentano i cani si scatenano per un nonnulla,abbaiano anche dentro casa. La prego mi risponda! Grazie infiniti saluti".
E' una situazione delicata e per questo ascoltiamo con molto interesse la risposta della dott.ssa Sabrina Giussani, Medico Veterinario Esperto in Comportamento Animale:
"Buongiorno Loredana e buongiorno anche a tutti gli ascoltatori. Un lutto è un evento molto stressante sia per gli esseri umani sia per i nostri animali. Il lutto può indurre depressione o aumento dell'agitazione, secondo la personalità dell'individuo che vive questa situazione. Nel caso descritto dall'ascoltatrice, i cani mostrano ipervigilanza; infatti, abbaiano a ogni rumore e sono sempre agitati. È necessario che la beagle e la setter comprendano che l'amato proprietario non tornerà più ed elaborino il lutto. Per questo è opportuno parlare ai cani, spiegando che cosa è accaduto, accompagnarli in giardino così da mostrare loro che non c'è il proprietario al cancello e rassicurarli quando sono agitati.
I rimedi a base di feromoni, d'integratori alimentari o i farmaci funzionano ma devono essere parte di un progetto terapeutico. Consiglio all'ascoltatrice di realizzare una visita presso un Medico Veterinario Esperto in Comportamento così che possiate intraprendere un percorso riabilitativo. Arrivederci agli ascoltatori, alla prossima settimana."

15.10.2015

Dimmi del tuo cane e ti dirò chi sei

Secondo alcuni ricercatori inglesi, noi umani siamo subconsciamente attirati dagli animali le cui caratteristiche psicologiche assomigliano alle nostre.
Attraverso un questionario gli studiosi hanno indagato sulle caratteristiche caratteriali di alcuni intervistati e comparato poi i risultati con quelli dei tratti caratteriali comunemente riconosciuti nelle razze di cani più diffuse nel Paese. Ai padroni sono state poste domande su 5 risvolti del loro carattere: l'essere estroversi, la gradevolezza del temperamento, la stabilità emotiva, l'essere coscienziosi e l'intelligenza. A seconda delle stesse caratteristiche nelle diverse razze canine, i ricercatori hanno compilato una specie di elenco di personalità e tipologie di animali. Osservare il cane prima del padrone, potrebbe, in molti casi, aiutarci a capire di più sull'umano che porta al guinzaglio l'animale.
Qualche esempio?
I cani da caccia vantano gradevolezza di temperamento e quindi sono perfetti per padroni dalle stesse caratteristiche. I terrier sono meno stabili emotivamente: interessante risvolto per una padrona famosa come Audrey Hepburn. Dalmata, bulldog e spitz sono famosi per essere coscienziosi. Intelligenti e creativi sono i cagnolini “giocattolo” di piccola taglia, come appunto il volpino e i carlini. Sono intelligenti e amorevoli i cani da lavoro, come San Bernardo, rottweiler, boxer, alani. I bracchi come il beagle o il bassett hound vengono scelti da padroni che, come loro, sono emotivamente stabili: Nella vasta famiglia dei cani da pastore, dal tedesco al belga fino al piccolo corgi, si trovano caratteri noti per l'estroversione: possiede un piccolo corgi, per esempio, la regina Elisabetta.
E i bastardini? Niente studi su di loro, prometto che appena ho notizie dedicherò loro un intero magazine.

14.10.2015

Comportamento dei cani in canile

I cani chiusi in canile mettono in atto comportamenti ripetitivi e ossessivi che spesso sono associati alle malattie mentali. Lo rileva uno studio condotto dall'istituto di antrozoologia dell'università di Bristol su 30 pastori tedeschi della polizia inglese.
I ricercatori hanno piazzato delle telecamere nel canile che ospita i cani poliziotto dopo i loro turni, scoprendo che 28 animali su 30 mostravano comportamenti ripetitivi. Tra questi, saltare sulle pareti o sul posto, con due o quattro zampe, girare in cerchio facendo perno sulle zampe posteriori, camminare lungo il perimetro del recinto, andare avanti e indietro seguendo una linea immaginaria.
Stando allo studio questi comportamenti associabili a disturbi mentali non indicano necessariamente una compromissione del benessere dei cani. In diversi casi, infatti, gli animali non avevano un alto livello di cortisolo, un ormone dello stress. Per i ricercatori è quindi ipotizzabile che alcuni cani usino i gesti ripetitivi come un meccanismo di `coping´, un modo cioè per affrontare lo stress derivante dall'essere chiusi in canile.
Ricordiamolo dunque quando decidiamo di adottare un cane: prima visitiamo un canile.

13.10.2015

Micio salva dal suicidio

Una storia drammatica ma dal lieto fine è avvenuta nel centro di San Francisco (Stati Uniti). Un uomo, sospettato di aver rubato un'automobile, dopo un inseguimento a piedi da parte della polizia, è salito al terzo piano di un palazzo nel centro della città statunitense
Pur di non farsi arrestare e colto dalla disperazione, era pronto a togliersi la vita. I poliziotti hanno così iniziato una lunga trattativa per evitare che un semplice errore potesse tramutarsi in una tragedia. Questo negoziato è andato avanti per ore ma è stato sbloccato da qualcuno a cui l'uomo teneva molto: il suo gatto.
Quando gli agenti gli hanno mostrato il suo amico a quattrozampe, l'uomo ha iniziato a calmarsi, probabilmente vedendo in quel suo piccolo amico un buon motivo per non togliersi la vita. E così quello che un gruppo di agenti non era riuscito a ottenere in oltre tre ore di parole, l'ha portato a casa un gatto in 45 minuti.
«Non ricordo di aver mai usato un gatto prima di oggi, ma ha funzionato» ha detto l'agente Fulgado immortalato con il micio in braccio e sorridente per aver salvato la vita a un uomo disperato.
Volete vedere l'agente con il micio?
Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642643644645646647648649650651652653654655656657658659660661662663664665666667

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.