**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

6.6.2014

La pettorina..... aiuto!

Oggi rispondiamo a Giovanni che ci scrive perché ogni volta che cerca di mettere la pettorina alla sua Birba, meticcia di un anno, lei scappa.. ci chiede il motivo di questa fuga e come poter risolvere il problema. Risponde Daniela Lisi educatore e presidente del centro cinofilo Dandidogs.
"Caro Giovanni, questa negatività di Birba nei confronti della pettorina può essere dovuta al fatto che da piccola i primi approcci con questo strano oggetto sono stati un po' traumatici.
E' possibile che Birba abbia associato un'esperienza negativa alla vista della pettorina. Non tutti sanno che un cucciolo è come un foglio bianco, ogni cosa scritta è difficile da cancellare senza lasciare il segno, ogni esperienza che il piccolo vive rimane indelebile ed eventualmente modificabile con l'aiuto di un esperto.
Quello che ti consiglio di fare per il momento è di inserire la pettorina nella vostra quotidianità, in che senso ti domanderai, facendo in modo che sia presente in ogni momento positivo della giornata. Ad esempio, mentre state giocando con la palla prendi la pettorina e la tieni in mano durante i lanci, oppure, mentre siete seduti sul divano a farvi le coccole la tieni li vicino a te senza toccarla o altro deve solo essere li presente, mentre le dai da mangiare la posi in terra vicino alla ciotola e così via..
Più avanti quando vedrai che Birba non si stresserà più nel momento in cui la prendi in mano, inizierai anche a giocarci sempre insieme a lei ovviamente e pian piano arriverai al momento in cui gliela infilerai, sempre con molto calma..., e Birba non scapperà.
Ovvio è che si tratta di un procedimento lungo e che richiede pazienza, con l'aiuto di un esperto il tutto diventerà più semplice."

5.6.2014

Più intelligente chi ama il gatto

Oggi apriamo con un colpo basso, almeno per me. È più intelligente chi possiede un gatto, rispetto a chi ha un cane: lo studio è firmato dalla Carrol University del Wisconsin, dove i ricercatori hanno sottoposto al test del quoziente intellettivo i padroni di gatti e di cani, tracciandone anche gli aspetti della personalità.
Lo studio è stato condotto su 600 studenti universitari, che sono stati sottoposti al test del quoziente intellettivo: il 60% di loro ha dichiarato di preferire i cani, l'11% i gatti, il 49% invece non ha espresso preferenze o ha dichiarato di non essere appassionato da nessuno dei due animali. Sottoposti al test del QI, hanno ottenuto però punteggi più alti gli intervistati che possiedono un gatto.
Ma la ricerca della Carroll University non si è fermata al test di intelligenza: gli studiosi hanno voluto analizzare anche i tratti caratteriali di chi possiede o preferisce uno dei due animali. Gli appassionati di cani risultano essere più vivaci e socievoli, molto pratici ed estremamente rispettosi delle regole. Più introversi e solitari gli amanti dei gatti, che manifestano però una maggiore sensibilità e creatività, con un'intelligenza più incline a trovare espedienti per risolvere un problema, piuttosto che seguire alla lettera le regole.

4.6.2014

Il discorso della Regina

Il governo britannico ha dichiarato più volte di voler bandire dai circhi gli animali selvatici, ma adesso la politica britannica reagisce negativamente alla notizia che questa tanto attesa legge potrebbe essere rinviata e non inclusa nel prossimo discorso della regina.
Le nuove norme, richieste a gran voce da tutti i partiti politici, potrebbero quindi vedere un momentaneo stop, nonostante l'intenzione più volte dichiarata apertamente dal governo di bandire dai circhi tigri, elefanti, zebre e leoni, insieme a tanti altri animali ancora utilizzati in queste fiere viaggianti.
Questo discorso regale tuttavia, letto da Elisabetta in parlamento, è redatto dal governo, da qui nasce la delusione di tanti parlamentari. Nel discorso della regina, che inaugura ufficialmente i lavori parlamentari saranno presentati - come avviene secondo questo rito dal 1852, anno di riapertura di Westminster dopo il rogo del 1834 - i disegni di legge per l'anno in corso. Questo discorso della regina è particolarmente importante nel Regno Unito per le elezioni politiche che si terranno l'anno prossimo.
Staremo a vedere, anzi a sentire incrociando le dita per gli animali selvatici inglesi.

3.6.2014

Pericolo cibo!

Qui al Magazine degli animali ne abbiamo già parlato, ma oggi vogliamo ribadire il concetto che è corretto e salutare dare al nostro cane solo prodotti pensati per lui.
Vediamo quindi insieme alcuni dei cibi più pericolosi.
Il cioccolato, le bibite ed il caffè contengono delle sostanze dette metilxantine che possono causare vomito, diarrea, iperattività, alterazioni del ritmo cardiaco e persino, nei casi più gravi il decesso dell'animale. Un altro elemento addirittura fatale è l'alcool. Dobbiamo a questo proposito ricordarci che l'alcool è presente anche in molte ricette: dalla zuppa inglese ai babà. Quindi riassumendo proibiti in assoluto per lui gli alcolici, il cioccolato ed il caffè.
Ma non è tutto: tutte le parti dell'avocado contengono persina, che causa vomito e diarrea ai cani. Ancora più pericolosa è l'uva, sia fresca che passa insieme alle noci macadamia che possono addirittura causare un blocco renale.
Non è finita: carne e uova crude sono da evitare perché possono ospitare batteri nocivi. E per finire, sono pericolosi solo se ingeriti in quantità rilevanti,
il sale, il latte, le cipolle e l'aglio. Morale: oltre agli snack dolci per le persone, vanno evitati anche quelli salati. Se volete rileggere e magari prendere nota di tutti i prodotti proibiti per il nostro amico: www.prontofido.net
Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.