**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

8.7.2013

Meglio a casa o in pensione?

"Se si va in vacanza per periodi brevi è meglio lasciare il gatto in casa PROPRIA con una persona di fiducia addetta al cibo ed alla cassetta, in grado di capire eventuali problemi.di salute e di toccarlo per carezze e coccole e per pettinarlo. Per cani e gatti, non prenotare all' ultimo minuto e scegliere sia su consiglio del veterinario e/o informandosi anche da conoscenti fidati; è meglio fare prima di lasciare l'animale per lunghi periodi almeno due giorni di prova. E' importante portare il proprio animale direttamente alla struttura prescelta in precedenza visitata, senza intermediari, perché occorre sapere in quali condizioni verrà tenuto. La pensione piu' affidabile e' quella dove si puo' entrare senza preavviso per fare visita all'animale. Evitare “appartamenti pensione” dove e' impossibile una disinfezione accurata. Anche per il gatto è meglio una gabbia di 1,5 metri quadri, con possibili saliscendi e area separata per la toilette, per il rischio contagio: e' una questione di sicurezza sanitaria'. Ed e' sempre bene lasciare un contatto reperibile". Dottor Emanuele Minetti veterinario in Milano e dirigente dell'ANMVI

5.7.2013

Cane aggressivo, che fare?

Oggi rispondiamo a Celeste che ci scrive perché non capisce come alcuni cani possano diventare ferocemente aggressivi e per sapere come comportarsi di fronte ad uno di questi. Risponde Daniela Lisi, educatrice cinofila.
"Cara Celeste, quello che stiamo per toccare è un argomento molto delicato al quale occorrerebbe rendere partecipi persone molto più esperte di me, cerco comunque di darti un'idea del perché a volte accadono spiacevoli episodi.
Spesso i cani protagonisti di queste situazioni hanno vissuto tutta la loro esistenza all'interno di un recinto, senza mai aver avuto modo di socializzare con persone ne tanto meno con altri animali, sono cani che non sanno cosa significa condividere spazi e cose.
Purtroppo non uscendo mai dal loro recinto sviluppano una possessività ed una territorialità molto pericolose. Quando questi guardano fuori abbaiano a tutto ciò che passa: biciclette, persone, bambini e così via e il rinforzo che viene sviluppato, e che rende il cane pericoloso, è un totale controllo sul territorio che lo circonda.
E quando succederà che per sbaglio il recinto rimarrà aperto, il primo a passare avrà la sfortuna di doversi confrontare con la totale mancanza di socializzazione del cane.
L'aggressività quindi nasce spesso, dico spesso e non sempre, dall'incompetenza ed ingnoranza del padrone, che non si rende conto, che recludere il cane non fa altro che renderlo non adatto a vivere nel mondo esterno.
Vi ricordo sempre che il cane è un animale sociale ed in quanto tale ha bisogno di vivere in un ambiente socializzato in grado di fargli provare esperienze. Se questo non accade i problemi comportamentali sono assicurati.
Tornando a te Claudia, quando incontri un cane aggressivo le cose da fare sono:
immobilizzarsi;
mai e dico mai iniziare a correre;
mai guardare il cane negli occhi;
girare la testa oppure sbadigliare mandando così al cane dei segnali calmanti;
il segnale più forte per calmare il cane sarebbe dargli le spalle.. capisco però, che nessuno in quel momento potrebbe mai pensare di farlo.."

4.7.2013

Brutti e a rischio estinzione

Ogni scarrafone è bello a mamma sua. Perché iniziamo così il magazine degli animali? Perché è facile proteggere panda e cuccioli di giaguaro, ma che dire di tutte le specie a rischio i cui membri non sono propriamente attraenti? E' su questo ragionamento che nasce in Inghilterra la Ugly Animal Preservation Society, che si occupa di proteggere le specie orrende rendendole protagoniste di notti di commedia.
«Risollevare il profilo di alcuni dei figli più esteticamente problematici di Madre Natura»: questa la missione dell'associazione la cui idea è quella di produrre film e show in cui scienziati e attori hanno dieci minuti per convincere il pubblico della bellezza della «specie orrenda» minacciata da loro prescelta e sponsorizzata. E così gli animali brutti diventano star.
Qualche esempio di brutti? La scimmia nasica quella con uno sproporzionato naso arancio a forma di proboscide spiattellata, o l'orangotango (sono solo 7000 gli esemplari rimasti in tutto il mondo) e tanti altri ancora.
Comicità a parte, lo sforzo conservazionista è serio. Molti di questi animali «brutti» soffrono davvero di una mancanza d'attenzione e di protezione, e il loro aspetto non è affatto estraneo alla faccenda. Eppure il loro valore potrebbe essere inestimabile, anche per la nostra specie. Un esempio è quello del ratto talpa glabro, o talpa senza pelo. Ebbene, questo animale oramai quasi estinto si è dimostrato resistente al dolore. E al cancro. La ricerca sui tumori ne sta traendo grandi benefici, e improvvisamente questa creatura non appare più così orrenda e indegna di protezione.
Quindi viva i brutti.

3.7.2013

I cani come i bambini

I cani usano la loro mente in modo molto simile ai bambini di 2 anni.
Lo rivela una ricerca pubblicata sulla rivista di biologia Current Biology. Durante questa prova gli studiosi hanno sottoposto dieci cani a una prova di intelligenza in cui dovevano muovere una sbarra per ottenere un po' di cibo.
L'insegnante era un altro cane che sapeva già come fare e che a volte aveva una palla in bocca e che mostrava di non poter usare i denti per tirare la sbarra, altre volte aveva la bocca libera.
Gli allievi che avevano visto il maestro in azione senza la palla in bocca, tiravano la sbarra solo con le zampe, mentre gli altri cani che avevano visto il cane-maestro agire con la bocca piena muovevano la sbarra con i denti “pensando” che il maestro avesse usato le zampe perché la bocca era occupata, decidendo così di agire più comodamente.
Questo secondo i ricercatori indica un'intelligenza sviluppata e una capacità di ragionamento come quella di un bambino di 2 anni.
Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642643644645646647648649650651652653

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.