**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

9.1.2013

Se fido arriva dal canile (seconda parte)

Un cane adulto adottato dal canile ha bisogno di almeno 30 – 40 giorni di “adattamento” prima di mostrare il “vero” comportamento. Ciò significa che durante il primo mese di convivenza la famiglia dovrà prestare molta attenzione al comportamento del nuovo arrivato. Da una ricerca effettuata sottoponendo circa 200 cani adottati da differenti canili ad una visita comportamentale, è emerso che i principali comportamenti lamentati sono: le paure (fobie rivolte agli esseri umani, ai rumori, agli oggetti, agli altri cani), il comportamento di aggressione e gli attacchi di panico in assenza dei proprietari (con vocalizzi, distruzioni, minzioni e defecazioni). Secondo uno studio realizzato in Francia, il principale motivo di abbandono sono proprio i problemi comportamentali! Il proprietario può chiedere consiglio al Medico Veterinario comportamentalista che, durante la visita pre – adozione, potrà dare informazioni in relazione alla razza, alla taglia, all'età e all'introduzione del cane nella nuova famiglia.
Sabrina Giussani, Medico Veterinario che si occupa di Medicina del Comportamento.

8.1.2013

Se fido arriva dal canile (prima parte)

Sabrina Giussani, Medico Veterinario che si occupa di Medicina del Comportamento:
L'adozione di un cucciolo o di un cane adulto provoca, spesso, importanti cambiamenti nella vita della famiglia … un po' come accade all'arrivo di un bimbo! È necessario valutare attentamente più parametri: la composizione della famiglia e la giornata tipo, l'ambiente di vita. La presenza di bambini, soprattutto di età inferiore ai 5 anni, deve indirizzare la scelta verso un cucciolo di piccola taglia. Infatti, il cane diventerà un compagno di giochi solo se crescerà con i bambini e sarà di piccola taglia in modo da poter essere gestito anche dai piccoli. Certamente la supervisione degli adulti è fondamentale poiché il cane non è un baby – sitter! Anche in presenza di anziani è necessario adottare un cane, preferibilmente adulto, di piccola taglia in modo che possa essere un compagno di passeggiata e non un turbine che salta addosso e tira come un trattore. La giornata tipo della famiglia è fondamentale per scegliere di adottare un cane: è necessario avere un po' di tempo a disposizione da dedicare al cane. Quando il lavoro impegna la maggior parte della giornata è difficile per il cane accettare di rimanere a casa solo 8 – 10 ore al giorno. La scelta della taglia del cane in base alla dimensione dell'abitazione è il parametro meno importante: il cane non ha bisogno di un grande giardino ma deve vivere all'interno di un gruppo sociale e svolgere delle attività. Le passeggiate, andare in automobile, giocare con gli altri cani, incontrare numerose persone … tutto in compagnia della famiglia di adozione è fondamentale per il benessere del cane stesso.

7.1.2013

Viva la pet therapy!

La Pet Therapy va sempre più forte. Dai risultati della prima esperienza italiana sui malati di Alzheimer illustrati al Congresso Nazionale della Società Italiana di Gerontologia a Firenze è confermata che la presenza di animali domestici si riflette positivamente su alcuni parametri comportamentali e cognitivi dei pazienti affetti da Alzheimer, che vengono invitati ad accarezzare e a spazzolare il cane, quindi a porgergli dei piccoli bocconi e a camminare tenendoli al guinzaglio.
Nel complesso è stato riscontrato un deciso miglioramento dell'attenzione e dell'interazione tra i ricoverati, una riduzione del disagio comportamentale ed un tono dell'umore decisamente migliore.
Da un recente studio pubblicato sul Journal of American Geriatric Society risulta che gli anziani che convivono con un animale domestico posseggono un maggior benessere psicologico ed una miglior capacità nello svolgere le attività quotidiane rispetto ai coetanei che non posseggono animali.
Viva la Pet Therapy

5.1.2013

Dopo la sterilizzazione cambio dieta?

Oggi per la posta del veterinario rispondiamo a Mario padrone di un meticcio incrocio con pincher nano, ci chiede se dopo la sterilizzazione va cambiata l'alimentazione in light indifferentemente dal peso raggiunto. Chiede ancora se i cani hanno sempre fame o anche loro si saziano, perche' la mia non finirebbe mai di mangiare
La parola al dottor Emanuele Minetti medico veterinario a Milano.
"Buongiorno, mi è ovviamente impossibile valutare lo stato di nutrizione di un cane senza poter eseguire i dovuti controllo durante una visita veterinaria. Il peso ideale è infatti stabilito su una serie di parametri (la razza, l'ambiente di vita, l'età, eventuali malattie intercorrenti, eccetera) che diventano numeri – e chilogrammi – solo alla fine dello studio rendendo impossibile, diversamente restando sul vago, dire quanto sia magro o grasso un soggetto.
Circa il 50% degli animali domestici sappiamo essere in sovrappeso, più o meno marcato: purtroppo molti proprietari di cani e gatti non sanno riconoscere tale condizione.
In realtà esiste il “Punteggio della Condizione Corporea-BDS”, che è una serie di valutazioni che dicono se il cane ha un peso ideale oppure no, ove uno dei metodi - applicabile da tutti con buonsenso - è valutare la facilità o meno con cui è possibile vedere e sentire le costole al tatto (Peso ideale: costole ben visibili e facilmente palpabili).
Pertanto se ritiene che dopo la sterilizzazione il cane sia ingrassato deve ridurre le calorie somministrate giornalmente – usando soprattutto diete specifiche – e nel contempo aumentare gradatamente l'attività fisica e quindi il consumo calorico.
Cari saluti Dr Emanuele Minetti"





Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642643

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.