**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

28.2.2012

Sterilizzazione si o no?

Siamo quasi in primavera ed arriva il momento del "calore" per le femmine a quattro zampe. E torna il quesito: sterilizzazione sì o sterilizzazione no? Lo chiediamo a Emanuele Minetti medico veterinario in Milano e Vice Presidente dell'ANMVI:
"Il problema delle sterilizzazioni di cani e gatti resta sempre di grande attualità nonostante sia stato affrontato e dibattuto molte volte, anche in questa sede.
La scelta va affrontata seriamente e su diversi piani che devono riguardare sia l'aspetto sociale della lotta al randagismo sia l'aspetto medico sul singolo animale.
Noi ci occupiamo qui oggi del singolo animale di proprietà.
Per il gatto usualmente l'animale di proprietà che vive in casa viene sterilizzato in età precoce, fra i sei ed i dodici mesi di vita, perché i suoi comportamenti creano disagi anche consistenti a tutti i componenti della famiglia. Inoltre più facilmente il gatto non avendo estri ciclicamente ben determinati e distanziati nel tempo viene visto come "sofferente" dai proprietari in tale fase.
La castrazione e l'ovariectomia sono poi visti dai proprietari nel gatto come interventi poco invasivi e già messi in preventivo all'atto dell'entrata in famiglia dell'animale.
Nel cane la cosa è differente, ed in realtà i vantaggi sono più difficilmente evidenziabili al proprietario, vuoi per un diverso livello di empatia vuoi per reali diversità di specie e di gestione degli interventi chirurgici. La sterilizzazione nelle femmine si sa che diminuisce la possibilità di neoplasie alla ghiandola mammaria, le patologie di tutto l'apparato genitale, le gravidanze indesiderate, i periodi di fastidio e/o quarantena sociale. Di contro viene dai proprietari evidenziato il problema dell'aumento di peso, dei rischi anestesiologici e chirurgici, la difficoltà di gestione del post intervento, la paura di menomazioni e/o cambi di carattere. Nel maschio i vantaggi sono ritenuti ancora meno importanti e gli svantaggi - anche per retaggio culturale - quasi insormontabili pur essendo macroscopicamente evidenti da un punto di vista medico.
Il modo migliore per togliersi ogni dubbio è comunque quello di affrontare il problema con il proprio veterinario che, in quanto tale, gode della vostra fiducia: ogni decisione medica infatti, pur rispondendo anche a generalizzazioni a priori, va inevitabilmente spostata sul singolo animale. Le razze, l'ambiente di vita, le condizioni di salute, le abitudini sociali, ogni cosa serve a determinare con calma e "verità" sul vostro animale - non su quello di altri, parenti o amici o conoscenti che siano - i pro ed i contro di una decisione e riuscire a definire il rapporto costi/benefici in modo serio e professionale ma sopèrattutto chiaro.
Anche in questo caso la medicina deve essere un vero "abito su misura" per l'animale e serve che la collaborazione fra proprietario e veterinario sia alta: i risultati per gli anni a venire saranno di sicuro valore.

27.2.2012

Non c'e' trippa per gatti

Sapevate che il modo di dire “Non c'è trippa per gatti” usato per sottolineare una totale mancanza di fondi economici, fu coniato dal sindaco di Roma Ernesto Nathan che, nel corso di un suo intervento, faceva notare chem per problemi economici era stato perfino soppresso il modesto contributo con cui il Comune manteneva le colonie feline che abitavano gli scavi archeologici?
Ma oggi possiamo finalmente dire che la trippa per gatti è tornata, ad annunciarlo è stato il sovrintendente ai Beni Archeologici che ha affermato: Sì, nel nostro bilancio abbiamo una modesta voce in cui prevediamo anche un piccolo aiuto per i gatti delle nostre aree archeologiche. Anche se il futuro di queste colonie feline dipende soprattutto dall'impegno e dalla buona volontà delle cosiddette “gattare”.
Pensate che i gatti che vivono a Roma sono 300.000, di cui 180.000 vivono in casa, 120.000 sono randagi e 4.000 nelle colonie feline.


24.2.2012

Help! mi distruggono casa

Oggi rispondiamo a Giulia che ci scrive disperata perché ha due cani di tre e due anni che distruggono giardino e cucina, i due luoghi a loro dedicati.
"Cara Giulia, la distruttività in un cane, soprattutto adulto, non è affatto da sottovalutare. I motivi per cui un cane distrugge possono essere svariati:

- Noia, a causa di un ambiente poco stimolante;
- Scarso gioco interattivo;
- Ansia a rimanere solo;
- Richiesta di attenzioni;
- Iperattività;

Prendiamo in considerazione la possibilità che la causa sia la noia o lo scarso gioco interattivo. Un cane che si annoia, individua nella distruzione un'attività sostitutiva in grado di soddisfare, in parte, le sue necessità.
In questi casi è inutile punire il cane, bisognerà invece fornirgli l'esercizio e l'interazione necessari, nonché arricchire l'ambiente con diversi giochi interattivi.
Questi giochi, tra cui il Kong di cui spesso abbiamo parlato, sono stati studiati appositamente per intrattenere il cane.
Vi ricordo che il meccanismo dei giochi interattivi è quello di cercare di far uscire il cibo nascosto all'interno. Il vostro cane, giovane o adulto che sia, passerà molte ore divertendosi e stancandosi mentalmente. Questo porterà il cane ad essere più sereno e quindi meno distruttivo.
Se le cause della distruttività non dovessero essere le due di cui abbiamo appena parlato allora le soluzioni saranno un pò più complesse.
Fatti aiutare da un educatore cinofilo che vedendo i cani riuscirà di sicuro ad individuare il motivo per cui i tuoi cani distruggono." Daniela Lisi educatrice cinofila.

23.2.2012

Il mio cane è stato morso.... che fare?

Oggi qui al Magazine degli Animali diamo un'informazione sulle norme legali, così noi ne sapremo di più e i nostri amici saranno più accettati anche da chi non li possiede.
Abbiamo in collegamento la dottoressa Diana Levi Direttore Servizio Sanità Animale della ASL città di Milano.
"Oggi parliamo di cosa dobbiamo fare se noi o il nostro cane viene morsicato.
-SE IL CANE MORDE, O COMUNQUE PROCURA LESIONI A PERSONA O ANIMALE (ZUFFA), DEVE ESSERE TENUTO IN OSSERVAZIONE PER 10 GIORNI PRESSO IL CANILE SANITARIO. SU RICHIESTA DEL PROPRIETARIO IL VETERINARIO
UFFICIALE DELL'ASL, VALUTATA LA SITUAZIONE EPIDEMIOLOGICA, PUÒ CONCEDERE L'OSSERVAZIONE DOMICILIARE PURCHÉ IL PROPRIETARIO, DURANTE QUESTI 10 GIORNI, POSSA GARANTIRE UN'ACCURATA CUSTODIA DELL'ANIMALE ED IL RISPETTO DELLE SEGUENTI CONDIZIONI: IL CANE NON DEVE ESSERE SOTTOPOSTO A TRATTAMENTI IMMUNIZZANTI (VACCINAZIONI); NON DEVE ESSERE SPOSTATO DAL LUOGO STABILITO PER L'OSSERVAZIONE; INOLTRE É NECESSARIO SEGNALARE AL VETERINARIO UFFICIALE IL MANIFESTARSI DI QUALSIASI SINTOMO ANORMALE NEL COMPORTAMENTO O NELLO STATO DI SALUTE, NONCHÉ L'EVENTUALE FUGA O MORTE DELL'ANIMALE (IN QUEST'ULTIMO CASO IL CADAVERE DOVRÀ ESSERE RITIRATO DAI SERVIZI VETERINARI PER GLI ACCERTAMENTI PREVISTI DALLA LEGGE). NEL CASO DI ZUFFA AMBEDUE GLI ANIMALI DEVONO ESSERE TENUTI IN OSSERVAZIONI PER 10 GG.
-SE IL CANE SUBISCE UN MORSO O UNA LESIONE DA ALTRO ANIMALE RIMASTO SCONOSCIUTO, FUGGITO E/O SOSPETTO DI ESSERE AFFETTO DA RABBIA, DEVE ESSERE TENUTO IN OSSERVAZIONE PER 6 MESI DA PARTE DEL
VETERINARIO UFFICIALE; TALE PERIODO PUÒ ESSERE RIDOTTO A 3 MESI SE IL CANE VIENE SOTTOPOSTO ENTRO 5 - 7 GIORNI AD UNA VACCINAZIONE ANTIRABBICA POST-CONTAGIO, O A 2 MESI SE IL SOGGETTO, TRATTATO
COMUNQUE CON LA VACCINAZIONE POST-CONTAGIO, ERA STATO SOTTOPOSTO A VACCINAZIONE ANTIRABBICA PRE-CONTAGIO DA NON PIÙ DI UN ANNO. SE NEL FRATTEMPO VIENE RINTRACCIATO L'ANIMALE MORSICATORE, ENTRAMBI GLI ANIMALI VENGONO TENUTI IN OSSERVAZIONE PER UN PERIODO DI 10 GIORNI.
PER LE INFRAZIONI SANZIONE DI EURO 430,39 (D.P.R. 8/2/54, N. 320, REGOLAMENTO DI POLIZIA VETERINARIA ART. 87; MIN EURO 258 MAX EURO 1291).
Per approfondimenti cliccare su "Tutto sul mio cane" nel sito di Prontofido
Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642643644645646647648649

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.