**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

5.9.2016

Quante volte la pulizia dei denti?

Katia ha scritto a prontofido@prontofido.net perché vorrebbe un chiarimento relativo all'ablazione del tartaro ai cani.
Lei ha uno spitz tedesco nano, di 4 anni che ha già fatto la pulizia dei denti 3 anni fa. Sa che il tartaro si riformerà, ed ecco il quesito: ogni quanto si può fare l'igene dentale per mantenergli una bocca sana? (e di conseguenza mantenerlo in salute generale') sapendo che ogni volta deve sottoporlo all'anestesia generale?
Risponde il dottor Emanuele Minetti medico veterinario a Milano e vice presidente dell'ANMVI
"Buongiorno, non ci sono tempi prefissabili ma problemi presenti e/o possibili per il futuro. Alcuni cani, come alcuni di noi, hanno il problema in modo davvero esagerato.
L'igiene è utile per tenere sotto controllo anche le infezioni croniche del cavo orale che da tale sede possono diventare nel tempo un serio problema per altri organi, compreso quello cardiovascolare.
L'anestesia se eseguita presso un centro attrezzato con professionisti esperti non crea problemi, soprattutto quando serve per una igiene orale di routine e su un cane o gatto che viene seguito regolarmente.
La prevenzione può allungare i tempi, così come una diversa alimentazione. Cerchi un veterinario che si occupi di odontostomatologia, ce ne sono oramai molti, sia come veri specialisti sia come grandi esperti del settore, e vedrà che avrà risultati validi e tutti i consigli per allungare i tempi fra una pulizia e l'altra ove possibile..
Cari saluti

2.9.2016

I cani capiscono le parole

I cani sanno riconoscere le parole e le distinguono, insieme alle intonazioni con cui vengono pronunciate, e lo fanno in modo simile a come l'uomo comprende quello che dicono i suoi simili. Utilizzano infatti le stesse regioni del cervello che l'uomo attiva quando usa il linguaggio: una capacità probabilmente acquisita nel corso dell'evoluzione, quando sono stati addomesticati. Lo dimostra sulla rivista Science lo studio coordinato da Attila Andics, dell'università ungherese.
Capire le parole, «non sembra essere una capacità unicamente umana, piuttosto una funzione più antica che può essere sfruttata per collegare sequenze di suoni a un significato», ha detto Andics.
Le parole sono i mattoni fondamentali del linguaggio umano, ma l'informazione non passa solo attraverso il vocabolario: anche l'intonazione ha un ruolo cruciale. Di conseguenza gli esseri umani capiscono un discorso sia attraverso il vocabolario sia attraverso l'intonazione e questo vale anche per i cani.
I ricercatori lo hanno scoperto esaminando un gruppo di cani mentre ascoltava una registrazione con la voce dei loro istruttori. Il test ha utilizzato la tecnica non invasiva della Risonanza magnetica per osservare l'attività del cervello dei cani mentre questi ascoltavano più combinazioni di parole e intonazioni. I risultati hanno dimostrato che i cani capiscono il linguaggio umano e, come l'uomo, utilizzano l'emisfero sinistro del cervello per interpretare le parole e il destro per elaborare l'intonazione.

1.9.2016

Nuovo ritrovamento ad Amatrice

Dopo la gatta Gioia, recuperataq e riaffidata al suo proprietario, un altro piccolo miracolo c'è stato nella zona rossa di Amatrice. I Vigili del Fuoco infatti hanno trovato e affidato ai volontari dell'Enpa anche la cagnetta Lola, le cui ricerche proseguivano ormai da diversi giorni, da quando cioè la sua scomparsa era stata segnalata al numero di emergenza attivato dalla Protezione Animali per l'emergenza sisma (342.9565574). Lo rende noto l'Enpa spiegando che «per Lola c'era davvero molta apprensione, anche perché un primo tentativo di messa in sicurezza era andato a vuoto; poi il secondo avvistamento con il recupero dell'animale». Nonostante vagasse da più di una settimana, spiega l'Enpa, «Lola è stata trovata in buone condizioni di salute: dopo il check di rito da parte dei veterinari dell'associazione, la cagnetta è stata restituita al suo proprietario, Valerio, che in lacrime l'ha riabbracciata». In questi giorni è stato possibile restituire ai proprietari già molti animali, tra cui numerosi gatti recuperati con gabbie trappole posizionate anche in zona rossa. Con la cagnolina Lola, è salito a più di 400 il numero di animali soccorsi dall'Enpa nelle zone colpite dal sisma. Una attività, quella della Protezione Animali, condotta senza sosta 24 ore al giorno, che ha impegnato 34 persone, tra veterinari, volontari e Guardie Zoofile che si sono alternati sul territorio e che hanno distribuito 10 tonnellate di pet food e farmaci veterinari. L'intervento di Enpa nelle zone colpite dal sisma prosegue anche nei giorni a venire. Per segnalazioni ed emergenze relative al sisma in Centro Italia è possibile contattare: terremoto@enpa.org e 342.9565574.

31.8.2016

TERREMOTO: LEIDAA MOBILITATA PER AIUTARE UOMINI E ANIMALI

Oggi qui al Magazine degli Animali parliamo ancora e doverosamente del terremoto del centro Italia e di come fare per aiutare i nostri amici animali, sappiate che
“Le sezioni della Lega Italiana Difesa Animali e Ambiente sono in stato di mobilitazione e porteranno tutto l'aiuto possibile per soccorrere gli uomini e gli animali colpiti dal sisma che sta devastando l'Italia centrale. I nostri volontari sono determinati a garantire un aiuto concreto alle città colpite”.
A dirlo è l'on. Michela Vittoria Brambilla, presidente fondatrice della Lega Italiana Difesa Animali e Ambiente, commentando la mobilitazione nazionale che sta vedendo protagoniste tutte le sezioni sparse per l'Italia. Diversi volontari hanno infatti organizzato una massiccia raccolta di cibo e generi di prima necessità che saranno immediatamente trasportati sui territori colpiti dal sisma. Altri si stanno invece attivando per portare soccorso locale e per mettere a disposizione stalli per gli animali che hanno perso il proprio ricovero. Per info e disponibilità, contattare la sede centrale o scrivere a segreteria@leidaa.info. "Le iniziative della Lega Italiana Difesa Animali e Ambiente – conclude l'on. Brambilla – si aggiungono alle molte altre già attive o in fase di programmazione e dimostrano quanto, di fronte alla tragedia, si debba essere in grado di fare fronte comune per difendere tutte le vittime, anche quelle che non hanno voce".
Per info e disponibilità, contattare la sede centrale o scrivere a segreteria@leidaa.info

Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.