**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

28.9.2011

Ancora domande sul microchip

Sara ci chiede se deve inserire il microchip al suo cane, un incrocio di 10 anni, ma è piena di incertezze:
Sara domanda: devo portarlo dal mio veterinario di fiducia? è doloroso? so che è obbligatorio ma se non lo faccio a cosa vado incontro? viene rilasciato un documento?
Risponde il dottor Emanuele Minetti, veterinario a Milano e vice presidente dell'ANMVI.
"Il microchip è un circuito integrato applicato nel tessuto sottocutaneo di un cane, gatto, o di un altro animale. I microchip sono delle dimensioni circa di un chicco di riso e sono basati su una tecnologia passiva RFID. Il Tatuaggio è un altro metodo, oggi desueto, usato per l'identificazione degli animali.
I Microchips sono particolarmente utili in caso di smarrimento o furto degli animali domestici. Possono anche essere determinanti in caso di contenzioso sulla proprietà degli animali.
I rifugi e I centri di lotta al randagismo hanno una enorme utilità nell'applicazione dei microchips, restituendo più velocemente ed efficientemente gli animali ai loro padroni.
Oltre che dai rifugi, I microchips sono utili nei canili, agli allevatori, venditori, agli addestratori nei libri genealogici, nelle strutture veterinarie, nell'allevamento del bestiame.
Le guardie zoofile, il servizio veterinario delle ASL e I veterinari Liberi professionisti sono forniti di un lettore di microchip.
Molte nazioni utilizzano e richiedono un numero di microchip insieme alla vaccinazione, come prova che la vaccinazione e l'animale corrispondano.
L'applicazione di Microchip può essere richiesta nell'ambito delle regole del CITES che regolamenta il commercio di molti animali rari.
I medici veterinari possono applicare I microchips o ricercare un microchip applicato con il lettore ogni volta che l'animale è portato a fare una visita clinica."
scrivete le vostre mail a prontofido@prontofido.net

27.9.2011

Barcellona, l'ultima corrida

Con una bolgia di «olé», di adrenalina, scintillio di spade, grida di «libertad, libertad», è calato il sipario sulle corride al Monumental. La storica arena di Barcellona che deve dire addio a questa "crudele fiesta".
La legge che proibisce la corrida in Catalogna era stata approvata l'anno scorso dal Parlamento regionale con 68 voti a favore, 55 contrari e 9 astenuti: il voto era arrivato dopo la presentazione di 140.000 firme raccolte in 120 Paesi da parte della Società Mondiale per la protezione degli animali.
Eppure in questi mesi sono scesi in campo intellettuali e scrittori a esaltare la tradizione delle corride, una tradizione difficile da comprendere per chi ama gli animali quando si legge che solamente nel 2010, in tutta la Spagna, oltre 10mila tori sarebbero morti sotto le spade di matador.
Ma Burrenito, 540 chili, e Dudalegre, 567 chili, sono stati il primo e ultimo dei sei tori che domenica sera hanno avuto la sfortuna di scendere nell'arena del Monumental, di vedersi conficcare almeno cinque o sei spade nel proprio corpo, di finire la propria esistenza trascinati nella polvere lasciando come unica traccia una striscia di sangue, mentre dagli spalti ventimila persone in festa regalavano fiori per chi aveva posto fine alla loro esistenza.


26.9.2011

Le autostrade degli squali

Da uno studio effettuato dai ricercatori dell'Università della California David è risultato che gli squali viaggiano negli oceani e nei mari attraverso vere e proprie superstrade, con autentiche aree di sosta e caselli.
I ricercatori hanno seguito gli squali martello con dispositivi Gps e hanno individuato che la rotta preferita da questi animali è tra il Messico e L'Ecuador e che gli squali non sono dispersi negli oceani a caso ma si raccolgono in “autostrade” che attraversano località precise.
A minacciare la sopravvivenza dello squalo martello è soprattutto la pesca indiscriminata dovuta per lo più all'altissima richiesta in Oriente delle sue pinne, dove vengono considerate un cibo prelibato. Pensate che spessissimo questo squalo viene catturato, gli vengono asportate le pinne e poi viene abbandonato in mare.
Comunque secondo le ultime ricerche gli squali sono in pericolo in tutto il pianeta e l'Italia ha un grande responsabilità dato che il nostro Paese è il principale importatore di carne di squalo in Europa ed il quarto consumatore al mondo.

23.9.2011

Achille: labrador iperattivo

Oggi rispondiamo a Manuela che ci scrive perché il suo Achille incrocio Labrador preso un anno fa al canile, le sta facendo perdere la pazienza. Achille è iper-attivo e non torna al richiamo. Risponde la nostra educatrice cinofila Daniela Lisi:
"Cara Manuela, come dice il tuo veterinario: il Labrador è una razza che a volte può mostrare iper-attività e a quel punto occorre consultare un esperto che possa aiutarti in concreto a risolvere questo problema. Io nel frattempo posso darti qualche consiglio.
In merito al richiamo, capisco che per Achille disporre di un'area immensa dove poter scorazzare quando e come gli piace dopo essere stato per non so quanto tempo rinchiuso in un canile, è come trovarsi in paradiso. Quello che dovresti fare per convincerlo a tornare da te, è trovare qualcosa di forte che lo spinga ad avere voglia di raggiungerti. Ad esempio, hai provato con una pallina che tanto piace ai labrador? Con questa lo richiami incitandolo a giocare con te, cosicche Achille possa pensare: “quando manuela mi chiama è perché vuole giocare con me e non perche vuoloe farmi rientrare in casa”. Ti ho fatto l'esempio della pallina ma potrebbe essere qualsiasi cosa, anche da mangiare.
Per quanto riguarda l'iper attività in casa ogni volta che arrivano ospiti, prova a insegnargli dei comandi semplici come seduto e terra che lo facciano concentrare su di te. Cerca di creare un'attenzione nei tuoi confronti che in quel momento è più forte del resto. Capisco che detta così può risultare molto difficile, per questo come detto all'inizio chiedi aiuto ad un educatore cinofilo, che molto probabilmente ti aiuterà a trovare la fiducia che ti manca per farti “rispettare” da Achille. Calma e pazienza sono due aspetti fondamentali, se perdiamo questi stiamo andando fuori strada.
Se vai sul sito www.ficss.it potrai trovare un elenco di bravi educatori divisi per regione.
Tienimi aggiornata!"
Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.