**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

21.9.2011

I delfini capiscono il concetto di morte

I cetacei capiscono il concetto di morte? Secondo uno studio pubblicato dal New Scientist, la risposta è affermativa. Questi animali reagirebbero in maniera diversa a seconda del tipo di decesso, improvviso o conseguente una lunga malattia. L'interpretazione del comportamento di un animale alla morte di un proprio simile osservata allo stato selvatico, è complicata, perché si possono attribuire erroneamente emozioni umane agli animali. Ma molte specie intelligenti e sociali, come gorilla, scimpanzé ed elefanti, hanno mostrato in queste circostanze comportamenti particolari: reazioni che alcuni scienziati hanno interpretato come simili a un lutto.
Lo studio dei delfini porta a ipotizzare che questi animali potrebbero avere una reazione complessa, persino sofisticata, alla morte. Lo studioso Joan Gonzalvo, nel 2007 ha osservato una madre che interagiva con il cucciolo appena morto: sollevava il corpo del piccolo per portarlo in superficie, apparentemente nel tentativo di farlo respirare. La madre non si separava mai dal proprio cucciolo, e mentre lo toccava sul muso e sulle pinne pettorali continuava a «chiamarlo». Il comportamento della madre, ipotizza lo scienziato, potrebbe essere interpretato come il compianto per una morte improvvisa, l' ipotesi è che all'animale malato siano stati forniti compagnia e supporto

20.9.2011

Le scimmie sono bugiarde

Sapevate che le scimmie oltre ad essere dispettose sanno anche mentire? Ebbene il primo studio realizzato a verificare la capacità delle scimmie di ingannare conferma la complessità di questi animali, ma conferma anche quanto siano simili all'essere umano.
La loro capacità di ingannare dipende soprattutto dalla loro struttura sociale.
Ed ecco lo studio: sono state prese in esame dieci scimmie di tre specie diverse sottoponendole allo stesso tipo di esperimento, a tutte loro è stato mostrato come raggiungere del cibo nascosto, dopodiché sono stati messe in una gabbia con altri della stessa specie.
Le scimmie sotto esame cosiddette “subordinate” si sono dirette subito verso il cibo nascosto approfittando della distrazione dei dominanti, tornando subito dopo alla loro postazione non appena i “capi” si trovavano nei paraggi.
Lo scopo di questo comportamento furtivo era comprensibile: tenere il cibo per sé senza mostrare ai più forti dove si trovava. Si tratta di un atteggiamento comprensibile per noi ma non per i macachi dato che i “subordinati” non procacciano cibo.


19.9.2011

Abbandoni in autostrada: 267 denunciati

Qui al Magazine degli animali abbiamo elencato nei giorni scorsi tutti i numeri dell'operazione Io l'ho visto 2011 (che tra l'altro sono pubblicati su www.prontofido.net).
Tra questi c'era il numero delle persone immortalate mentre abbandonavano il loro cane. Volete sapere il numero esatto e approfondire gli sviluppi? Allora passo la linea a Lorenzo Croce presidente dell'AIDAA,
"Sono 267 le persone individuate mentre abbandonavano il loro cane sulle autostrade italiane, e denunciate grazie alle segnalazioni pervenute attraverso gli sms e le foto inviate attraverso lo smartphone alla centrale operativa di io l'ho visto nel periodo compreso tra il 23 luglio ed i 4 settembre scorso. Dopo un attenta verifica sia delle sequenze fotografiche che delle segnalazioni giunte in un primo tempo via sms ma successivamente corredate da relazioni degli automobilisti segnalatori si sta in questi giorni provvedendo alla predisposizione delle denuncie che verranno poi inviate alle singole procure della repubblica. Gli abbandoni sono stati rilevati prevalentemente nelle regioni del centro-sud italia ed in particolare in campania, Abruzzo, puglia e Sicilia, ma anche in Liguria ed Emilia Romagna. Tre le segnalazioni più gravi che sono giunte e riguardano tre cani gettati da auto in corsa, una in liguria dove la cagnolina è morta, e le altre due in Sicilia dove un cane pastore tedesco è stato lanciato dall'auto con gli occhi bendati, in questo caso il cane è stato tratto in salvo."
Sono numeri scioccanti. Grazie lorenzo ed è tutto per oggi

16.9.2011

Ha paura dei temporali

Oggi rispondiamo a Graziella che ha un problema con la sua femmina di cane corso di 6 anni: è letteralmente terrorizzata dalla pioggia e dai temporali. Ci chiede aiuto. Risponde Daniela Lisi educatrice cinofila:
"Cara Graziella, capisco molto bene il tuo problema perché ci sono passata anche io...
Purtroppo il temporale è nemico di molti cani adulti e cuccioli. Quando si tratta di un cucciolo è molto semplice fargli capire che non c'è nulla di cui avere paura (magari in seguito vi spiegherò come) ma quando si tratta di un cane adulto questa fobia è davvero difficile da risolvere. La cosa milgiore che possiamo fare è seguire alcuni accorgimenti che faranno soffrire meno il nostro cane in quel momento.
Come prima cosa, visto che il cane vive in giardino, quando vedi che inizia ad agitarsi fallo entrare in casa. Ti sarà successo, o succederà di sicuro, che vedrai il cane andare in ansia anche se non sta piovendo... ecco, di sicuro sta arrivando un temporale. Loro hanno la capacità di sentirlo prima.
Seconda cosa molto importante, non consolare il cane. Se confermi le sue paure non capirà mai che non c'è nulla da temere. Quindi non accarezzarlo e non parlargli con voce consolante come hai fatto fino ad ora ma, al contrario, continua a fare le tue cose come se nulla fosse, cercando però di essere sempre presente e di non negargli il tuo sguardo.
Terzo, lascia che il cane trovi un luogo dove potersi sentire al sicuro. Spesso cercano un posto coperto, come sotto al tavolo o sotto il letto.. la mia cagnolona ad esempio si sentiva al sicuro nascondendosi nel mobile sotto al lavandino.
Quarto ed ultimo consiglio, se quando esci lasci il cane in giardino assicurati che non possa scappare o saltare il recinto in caso di temporale improvviso. Spesso quando un cane va in ansia forte, preso da un attacco di panico, può fare cose che non avremmo mai pensato.. il mio cane tempo fa fece un salto di circa 3 mt... calcolando che solitamente i cani hanno paura del vuoto.
Un'ultima cosa importante, non lasciare mai il cane legato in giardino perché potrebbe strozzarsi!
Insomma, prudenza e molta pazienza!".
Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642643644645646647648649

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.