**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

12.8.2011

La settimana di Io l'ho visto

Settimana abbastanza impegnativa quella che si chiude oggi per i team anti abbandono di io l'ho visto. Continuando il trend iniziato nello scorso fine settimana che ha fatto registrare un alto numero di segnalazioni ed interventi anche in settimana i numeri sono stati notevoli, 300 segnalazioni sono giunte da lunedì a oggi alla centrale operativa, 146 gli interventi effettuati che hanno permesso di mettere in sicurezza ben 109 cani, 17 dei quali restituiti ai proprietari in quanto cani smarriti. Le situazioni peggiori questa settimana in Puglia e Sicilia, diminuiscono anche se non di molto le segnalazioni sulla Salerno-Reggio Calabria, qualche segnalazione in più nel nord Italia ed in particolare nelle province lombarde di lodi e brescia e in Piemonte. Ora ci aspetta un fine settimana lungo che con la giornata di ferragosto quando in campo scenderanno oltre 900 volontari pronti a raccogliere le segnalazioni ed agire per mettere in sicurezza cani abbandonati e vaganti sulle autostrade italiane.

11.8.2011

Se incontro un cane abbandonato

Eccoci arrivati al grande esodo estivo, ecco perchè abbiamo scelto la mail di Cinzia che tocca un argomento delicato e inerente a questo periodo: la parola a Daniela Lisi la nostra educatrice cinofila, buongiorno Daniela "Cinzia ci scrive chiedendoci cosa deve fare se quest'estate durante le vacanze incontra un cane abbandonato e vuole aiutarlo?
Come prima cosa accertatevi del fatto che sia un cane smarrito o abbandonato e non un cane di proprietà di qualcuno. Certo è che se vediamo un cane vagante in autostrada… al 90% si tratterà di un cane abbandonato.
Per avvicinare il cane è bene non rincorrerlo perché otterrete l'effetto opposto: inizierà a correre anche lui. Non sbarrategli la strada, perché potrebbe deviare all'improvviso e finire sotto una macchina.
Se vediamo che il cane si avvicina dobbiamo fare dei movimenti molto lenti mai avventati e veloci. Quando vediamo che la vicinanza aumenta proviamo ad abbassarci dandogli le spalle e allungando le mani verso di lui con del cibo. Bisogna avere pazienza ed aspettare che sia lui ad avvicinarsi.
Una volta recuperato il cane potrete recarvi nel canile più vicino e chiedere aiuto! Magari grazie al microchip o al tatuaggio si scoprirà che aveva un padrone che ne aveva denunciato la scomparsa oppure riuscirete a far si che chi l'ha abbandonato venga punito come previsto dalla legge!
E comunque eviterete che finisca sotto una macchina!"
Grazie Daniela, sono consigli molto preziosi. ed è tutto per oggi

10.8.2011

Gatto batte supercomputer 100 a 0

Gatto batte supercomputer 100 a 0, E' sulla base di questa constatazione che un gruppo di ricercatori dell' università del Michigan sta cercando di produrre una nuova generazione di microchip basati proprio sul modello dei felini, che potrebbero essere alla base dei computer del futuro.
- l'idea è di usare un paradigma completamente nuovo per assemblare i circuiti". In un computer convenzionale solo pochi elementi sono connessi tra loro, con il risultato che questo lavora solo in maniera lineare.
Al contrario un cervello lavora “in parallelo”, compiendo più operazioni allo stesso tempo. Questo permette ad esempio di riconoscere un viso istantaneamente: secondo i calcoli dei ricercatori, il cervello di un gatto ha prestazioni 100 volte superiori a quelle del supercomputer Dawn, che può simulare 1 miliardo di neuroni.
Per cercare di avvicinarsi a queste prestazioni feline i ricercatori stanno sviluppando dei “memristori”, cioè degli elementi dei circuiti in grado di “ricordarsi” se sono stati attraversati da una corrente elettrica..
"Il prossimo passo - spiega il ricercatore - è unire centinaia di queste unità, per riuscire a raggiungere la capacità di un supercomputer in macchine della grandezza di una bottiglia da due litri”.

9.8.2011

A new york si tagliano le corde vocali

A New York è nata una nuova moda: tagliare le corde vocali ai cani d'appartamento. Il motivo? Can che abbaia non morde ma infastidisce i vicini. In questo modo, il can che abbaia si trasforma semplicemente in un can che sussurra.
Ma la storia è seria, al punto che se ne è occupato l'autorevole New York Times che ha dato spazio a molti proprietari di cani «col silenziatore», convinti della scelta compiuta in nome dei rapporti di buon vicinato.
Questo assurdo intervento sulle corde locali, pensate, rende gli animali afoni, ma non cancella in loro l'impulso ad abbaiare: semplicemente fa sì che quel che esce dalla loro bocca sia qualcosa che assomiglia ad un rantolo o, appunto, ad un sospiro.
Fortunatamente sono sempre di più i veterinari che si rifiutano di praticare l'intervento di rescissione.
In Italia la pratica del taglio delle corde vocali è vietata dalla recente legge sui maltrattamenti, ma per fortuna anche prima della sua entrata in vigore la maggior parte dei veterinari si rifiutava di operare un cane in assenza di finalità terapeutiche, solo per motivi estetici o di mero interesse del proprietario. Però i casi di cani con le corde vocali recise esistono anche anche nel nostro Paese. Lo scorso anno erano stati trovati diversi cani "silenziati" in un canile lager in Puglia: senza voce gli animali non avrebbero potuto destare l'attenzione di eventuali curiosi.
E' terribile ed è tutto per oggi. au


Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.