**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

23.10.2009

Cane vs gatto?

Appuntamento con le vostre mail inviate qui al Magazine degli animali all'indirizzo prontofido@prontofido.net
Oggi rispondiamo a Paola che ci scrive perché la sua cagnolona di 3 anni ha la brutta abitudine di correre dietro ai gatti., Lei ci domanda come deve comportarsi quando questo succede . La risposta a Daniela Lisi, educatrice cinofila:
"Cara paola, diciamo che spesso per molti cani più che un'abitudine è un istinto, per l'esattezza l'istinto predatorio.
Sono molti i cani che non riescono a trattenere la voglia di fiondarsi su quei poveri gattini che s'incontrano per strada... non è assolutamente un problema per il quale preoccuparsi però occorre prestare molta attenzione quando si è in strada per evitare che il nostro cane scappi ma anche per evitare che quel povero gattino faccia una brutta fine. Anche se c'è da dire che sono molti i cani che amano semplicemente rincorrerli e poi quando gli arrivano vicino non fanno nulla.
D'altronde sono anche moltissimi i cani che convivono con gatti.
I miei ad esempio vivono tranquillamente con un gatto ma quando vedono quelli estranei si divertono a rincorrerli senza però fare loro del male.
Quindi il mio consiglio paola è semplicemente di distrarre il cane: lo chiami con fare gioioso, ovviamente cambiando direzione e magari gli dai anche un bel bocconcini quando vedi che ti segue. Mi raccomando non sgridarlo mai!!!
Concludo dicendo che al contrario di quanto tanti pensano cane e gatto possono convivere tranquillamente."
Grazie Daniela, se avete domande o consigli sull'educazione del vostro cane prontofido@prontofido.net

22.10.2009

Salviamo i delfini!

La LAV ha rivolto il seguente appello all'ambasciatore del Giappone in Italia: “Salviamo i delfini dalla terribile mattanza compiuta ogni anno a Taiji", cittadina giapponese a circa 500 chilometri a Sud-Ovest di Tokyo, che si trova in corrispondenza di una delle grandi rotte di migrazione di questi meravigliosi cetacei.”
Ma non è tutto: sempre all'ambasciatore la Lav ha proposto di farsi portavoce presso il Governo Giapponese di quanto orrore provi la popolazione italiana nei confronti di questa strage che si ripete ogni anno e che mette ulteriormente a rischio questa specie, una specie, ricordiamolo, universalmente protetta perché considerata gravemente in via di estinzione.
La crudeltà di questa caccia è stata recentemente documentata anche dal film americano "The Cove", realizzato pensate con microfoni e telecamere subacquee camuffati da rocce, nella acque della piccola città giapponese dove i pescatori ogni anno uccidono più di 20mila delfini e balene.
Quasi il 65% dei delfini detenuti nei parchi divertimento proviene da catture in mare e quest'attività è praticata soprattutto in Giappone, dove si cacciano i cetacei sia per soddisfare le richieste dei delfinari ma anche per scopi alimentari.
Ma il Giappone non è il solo a compiere queste crudeltà, anche Senegal, Russia, Isole Solomon e Cuba sono alcuni dei paesi coinvolti nella cattura e nel traffico, spesso illegale, di questi meravigliosi mammiferi marini.
E con questo è tutto

21.10.2009

Hachiko: una vera e propria leggenda

C'è una statua a Shibuya in Giappone che è diventata un vero e proprio mito: è la statua di un cane, il suo nome è Hachiko! La sua è una storia tenerissima diventata film presentato proprio in questi giorni a Roma al Festival del Film, titolo: “Achiko a dog's story”, un film interpretato e prodotto da Richard Gere.
Questa è la storia (preparate i fazzoletti): Hachiko era nato nel novembre del 1923, fu adottato da cucciolo da un professore. Tutte le mattine Hachiko, accompagnava il Professore alla stazione di Shibuya. e alle 3 del pomeriggio era di nuovo lì per tornare a casa insieme.
Un giorno il professore ebbe un infarto mentre era all'università, e morì. Hachiko anche quel giorno si recò alla stazione, ma le 3 passarono e il professore non si vedeva. Hachiko aspettò ed aspettò ancora, poi tornò il giorno dopo e così fece per tutti i giorni seguenti.
Molte persone cominciarono a recarsi a Shibuya solo per vedere Hachiko, dargli da mangiare ed accarezzarlo, I mesi divennero anni, ma Hachiko continuava a recarsi alla stazione sempre puntuale, anche se ormai vecchio e sofferente. Fino a quando, una mattina, fu trovato morto nel solito posto. La sua morte venne riportata su tutti i giornali e venne addirittura indetto un giorno di lutto nazionale. Una statua in bronzo di Hachiko si può vedere ancora oggi fuori della stazione di Shibuya.
Non è tutto: le ossa di Hachiko sono sepolte nel cimitero di Aoyama, insieme a quelle del suo amato padrone.

20.10.2009

Cinema per fido a new york

Il parco Carl Schurz, sei ettari di verde sull'elegante Upper East Side di Manhattan a New York, è un posto magico anche per i cani. In questo parco che, tra le altre cose vanta una statua di Peter Pan e un belvedere sul fiume, esistono due settori distinti dedicati a loro. Qui soprattutto nei week-end, incontrare una folla di quattro zampe è un fatto normale, Per rinforzare l'idea che i cani siano i veri protagonisti di questo parco, i gestori hanno lanciato il "Sunset Film Festival" una rassegna di film proettati all'aperto e dedicati esclusivamente ai cani.
Per lanciare l'evento gli organizzatori sono stati chiari "Vogliamo portare i vostri cani a vedere i loro beniamini sul grande schermo, con popocorn gratis per tutti gli spettatori":
L'iniziativa ha avuto molto successo e anche altri parchi statunitensi, come a Oakland e a Chicago, hanno organizzato iniziative analoghe.
Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642643

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.