**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

17.9.2009

Obama e la passeggiata notturna con bo

Ogni sera, poco prima della mezzanotte, un'ombra scivola fuori dalla Casa Bianca. In una mano ha una paletta e un sacchetto, nell'altra una palla. Più volte, l'ombra si china per raccogliere qualcosa con la paletta e infilarla nella busta. Se volevate sapere cosa faccia il presidente Obama prima di andare a dormire, adesso sapete la risposta. Se al mattino è la moglie Michelle a occuparsene, tocca infatti al leader del mondo libero la corvée notturna con Bo, lo spaniel regalato da Ted Kennedy qualche mese prima di morire.
Una vita sicuramente di privilegio quella del first-dog, un peperino sale e pepe diventato immediatamente una star internazionale, al punto che perfino nelle conferenze stampa all'estero il presidente si vede porre domande su di lui. La sua celebrità ha costretto il cerimoniale della Casa Bianca ad agire in conseguenza. Certo, neppure Bo è perfetto, nonostante mesi di addestramento in una charm school dove gli è stato insegnato un po' di galateo, oltre che naturalmente a sedersi, saltare e porgere la zampa a comando.
Ma qualche difetto val bene la gioia di Sasha e Malia. Di più, come i pantaloncini di Michelle sull'Air Force One, anche Bo e le sue scorribande notturne con il presidente al seguito, contribuisce all'immagine della nuova normalità obamiana che tanto piace agli americani e anche a noi

16.9.2009

Cani e gatti metereopatici

Stando ai risultati di una recente ricerca, un italiano su quattro soffrirebbe di meteroropatia: risentirebbe, cioè dei cambi climatici e delle perturbazioni atmosferiche, manifestando segni di malattia, come ansia, depressione, stanchezza e asma.
Anche molti cani e gatti, sempre più simili a noi anche sotto l'aspetto patologico, risultano essere meteoropatici.
Basta osservare attentamente il loro comportamento all'arrivo di un temporale, quando il clima è particolarmente umido o se tira vento: spessissimo appaiono agitati e nervosi oppure – al contrario – più apatici e sonnacchiosi del solito.
Senza contare poi, il riacutizzarsi di determinate affezioni in coincidenza dei cambi di stagione. Molti studiosi ritengono, pur mancando ancora valide basi scientifiche, che cani e gatti siano molto sensibili alle variazioni di luce, temperatura, umidità, pressione atmosferica oltre alle cariche elettriche, elettrostatiche ed elettromagnetiche, le quali tutte influenzano la regolazione endocrina e metabolica dell'0rganismo animale.
Se volete comunicare con il magazine degli animali prontofido@pronto….

15.9.2009

Il tonno rosso protetto

Se la proposta avanzata dal Principato di Monaco e condivisa da molti paesi europei verrà approvata, il tonno rosso del Mediterraneo sarà la prima specie largamente commercializzata a finire nell'elenco delle forme di vita protette perché in via di estinzione. Si deciderà a marzo, la convenzione di Washington ha già definito una lista di 5 mila specie animali e 28 mila vegetali da tutelare, vietandone l'esportazione, perché stanno sparendo dal pianeta.
La battaglia è incerta, ma il partito favorevole all'inserimento del tonno nella lista rossa sta guadagnando consensi. Francia, Gran Bretagna, Germania, Olanda, Austria e Polonia hanno già aderito alla proposta del Principato. Gli Stati Uniti non hanno preso una posizione perché aspettano la conclusione dell'iter di consultazione avviato tra biologi, pescatori e ambientalisti, ma dai commenti fatti circolare non sembrano contestare la base scientifica della richiesta di tutela.
La soglia considerata critica è il 20%: quando l'80% della popolazione di una specie è già sparito scatta l'inserimento nella convenzione di Washington. E il tonno rosso, secondo gli ultimi dati, si trova sostanzialmente in questa situazione.
Chi ha sviluppato una dipendenza gastronomica dalla tartare e chi vorrà mangiare il tonno italiano potrà farlo, purché in Italia: anzi la qualità migliorerà perché il ciclo di produzione non sarà più forzato dalla richiesta del mercato giapponese che divora 44 mila tonnellate di tonno all'anno.

14.9.2009

Sterilizzazioni per i quattrozampe aquilani

E' stata avviata nella provincia de L'Aquila la prima fase del programma di sterilizzazioni previsto dal piano di contenimento del randagismo felino. La prima fase consisterà nell'intervento di un'unità operativa chirurgica allestita presso il campo tenda di Villa S.Angelo insieme con i volontari LAV che procederanno alla sterilizzazione dei gatti delle colonie feline di numerosi Comuni e frazioni del comprensorio aquilano.
Ricordiamo che La LAV si è fatta carico, fin dalle ore immediatamente successive al terribile terremoto del 6 aprile, della gestione, alimentazione e del censimento delle decine di colonie feline dei paesi terremotati, rimasti ormai disabitati e quasi totalmente isolati dalla popolazione civile,
Ma non è tutto: la LAV è anche impegnata, in una campagna di sensibilizzazione mirata alla sterilizzazione gratuita dei cani di proprietà, in collaborazione con i veterinari, liberi professionisti aquilani. I materiali di sensibilizzazione distribuiti nelle zone terremotate sono stati messi a disposizione dalla LAV nazionale che quest'anno ha lanciato in tutta Italia la campagna “Se lo ami lo sterilizzi” con il patrocinio di ANMVI (Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani) e FNOVI (Federazione Nazionale Ordini Veterinari Italiani).
Quindi seguiamo l'invito della LAV e se amiamo il nostro amico sterilizziamolo.
Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642643

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.