**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

3.9.2009

Ha liberato le aragoste al ristorante

Ha chiesto al ristoratore aragoste per 1.300 euro. Ma la sua intenzione non era mangiarle, bensì permettere loro di tornare in mare aperto. I crostacei erano infatti ancora vivi e il cliente, un cittadino sloveno, convinto animalista, ha pensato bene di comprare con i propri soldi la loro libertà. Un gesto altamente altruistico che è valso all'uomo la citazione in diversi giornali sloveni e croati. La notizia ha poi fatto presto il giro del mondo.L'episodio è avvenuto a Zara in Croazia, dove l'animalista era in vacanza. Teatro della vicenda il ristorante Niko.
A far scattare la molla dell'acquisto dei crostacei sarebbe stata in realtà una bambina, sua figlia, che ad un certo punto si sarebbe alzata dal tavolo offrendo al ristoratore i suoi risparmi per acquistare un'aragosta da liberare in mare. Il ristoratore aveva detto di non potere esaudire il desiderio perché i crostacei stavano dormendo. A quel punto sarebbe intervenuto il padre rilanciando l'offerta della figlia e comprando tutte le aragoste non prenotate.

2.9.2009

Ultimo aggiornamento di io l'ho visto

Ultimo aggiornamento di IO L'HO VISTO 2009. Si è chiusa infatti il 31 agosto la campagna di salvataggio e recupero in autostrada di quest'estate.: com'è andata Lorenzo?:
"353 cani salvati mente vagavano sulle autostrade, oltre 380 volontari che si sono alternati per 5 settimane sulle autostrade italiane, oltre 1.300 segnalazioni di avvistamenti di cani abbandonati, di questi 550 avvistati sulle autostrade italiane, 84 cani restituiti ai legittimi proprietari grazie ai dati rilevati dai microchip in quanto cani fuggiti e non abbandonati. Ben 430 segnalazioni arrivate via sms al 3401051030 relativi a cani abbandonati su strade statali, provinciali ed al'interno dei centri abitati che sono state inoltrate alle associazioni che operano sul territorio o alle autorità locali, per un totale di 867 pratiche di soccorso avviate e 39 persone denunciate per abbandono di animali. Questi sono i numeri riassuntivi dell'operazione io l'ho visto 2009: Ma il dato che sicuramente più ci fà piacere dare riguarda la diminuzione degli avvistamenti di cani abbandonati in autostrada che è stato inferiore del 32% rispetto al dato del 2008. Un lavoro immenso per il quale non posso fare altro che ringraziare tutti coloro che ci hanno dato una mano e darvi appuntamento all'edizione 2010 di io l'ho visto certo che sapremo migliorare ancora le nostre azioni a favore dei nostri amici pelosi abbandonati."
Grazie a tutti i volontari delle ronde antiabbandono e a tutti coloro che hanno partecipato a questa grande avventura. Primo fra tutti Lorenzo Croce presidente dell'Aidaa che ha diretto e organizzato le ronde e i recuperi in autostrada, grazie a Daniela Lisi e grazie a tutti gli ascoltatori che hanno segnalato gli avvistamenti. Io l'ho visto ritorna la prossima estate.

1.9.2009

Il nostro sbadiglio li influenza

Pensate che un gruppo di ricercatori britannici ha dimostrato per la prima volta in modo scientifico, che anche i cani vengono influenzati dallo sbadiglio umano: quindi quando una persona sbadiglia lo fa anche il proprio cane.
Questo, quanto afferma la ricerca di un team di studiosi attorno allo psicologo Atsushi Senju dell'università di Londra. L' «effetto-contagio» in caso di sbadiglio non esiste soltanto tra gli umani e i primati, ma anche tra i cani ed in altre specie.
L'effetto dello sbadiglio di alcuni uomini è stato testato su un gruppo di 29 cani.
Nell'esperimento, durato complessivamente cinque minuti, i cani «contagiati» sbadigliavano in media per due volte e in intervallo di tempo di quasi 100 secondi. Stando ai ricercatori il cane possiede una straordinaria capacità di «leggere» la comunicazione umana.
Ma per quale motivo il miglior amico dell'uomo si lascia influenzare così tanto? Esistono parecchie tesi contrastanti. Da un lato, scrivono gli autori della ricerca, potrebbe essere una sorta di facoltà di immedesimazione: i cani addomesticati possono infatti recepire le indicazioni sociali e comunicative dell'uomo, come per esempio, gli sguardi o i cenni col dito. Un'altra spiegazione farebbe riferimento a un metodo di riduzione dello stress.

31.8.2009

Sindrome da rientro

Sapevate che la sindrome da rientro colpisce anche i nostri animali domestici? E a soffrirne sono sia il gatto che il cane nella stessa misura, l'unica differenza sta nella scelta fatta del padrone se li ha portati con sé o se li ha lasciati in pensione.
Parlando di viaggio con i gatti bisogna parlare con loro in continuazione e mettere il trasportino in modo che possano guardare il padrone.
Ma sembra proprio che le contromisure allo stress da rientro non esistono, dobbiamo cercare di non costringerli ad essere affettuosi, meglio aspettare un po' di tempo e intanto dedicarsi un po' di più a loro.
Ma ricordiamoci che come negli umani, non dobbiamo cercare di sopperire ad un disagio psichico con il cibo, magari scegliamo scatolette più appetitose ma non aumentiamo le dosi. Meglio essere più presenti e più vicini a loro, e, insieme superare la nostalgia delle vacanze ormai lontane.
Se volete raccontarci le vostre vacanze con i vostri animali prontofido@prontofido.net
Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.