**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

12.8.2009

Ultimo aggiornamento di io l'ho visto

Quello appena terminato è stato il più difficile fine settimana per quanto riguarda gli abbandoni di cani sulle autostrade italiane. Al servizio di prontofido sono arrivati complessivamente 180 sms di avvistamenti, centodieci dei quali provenienti da cani abbandonati sulle autostrade italiane, siamo riusciti ad intervenire in 84 casi togliendo tra venerdi e lunedi dalla strada 98 cani che aggiunti a quelli delle settimane precedenti portano a circa 250 il numero dei cani salvati dall'abbandono, ma complice purtroppo il grande traffico che ha bloccato gli interventi dei volontari dell'operazione io l'ho visto coordinati dall'associazione italiana difesa animali ed ambiente in 26 casi non è stato possibile raggiungere in tempo il cane che era segnalato vagante sulle autostrade, 70 sms di avvistamento sono invece giunti dalle città e dai paesi dove non operano le ronde di aidaa e prontofido, si tratta di avvistamenti sui quali non possiamo intervenire e quindi vale la pena ricordare che nel caso si avvisti un cane in paese o sulle strade statali è buona cosa chiamare direttamente i vigili del comune nel quale si avvista il cane, in quanto gli sms inviati a noi non possono essere presi in carico. Un ultimo dato riguarda la città di roma dove purtroppo gli avvistamenti di cani randagi sono in aumento rispetto al passato, mentre grazie al microchip obbligatorio siamo riusciti ad oggi a individuare la metà dei proprietari dei cani abbandonati e in alcuni casi abbiamo provveduto a denunciarli alle autorità giudiziarie per il reato di abbandono di animale. Lorenzo Croce

11.8.2009

Clinica veterinaria per cani randagi

Una clinica veterinaria dedicata solo ai cani randagi, oppure a quelli che sono stati abbandonati. Un posto, insomma, dove anche i cani senza padrone, rimasti feriti e momentaneamente accuditi da un'associazione o magari da un passante, potranno essere visitati gratuitamente da un veterinario. Un'occasione non solo per salvare vite, ma anche per evitare, ad esempio, che cani affetti da malattie finiscano per trasmettere l'infezione a molti altri. L'idea di un ospedale per i randagi è venuta a un gruppo di medici veterinari di Ancona, coordinati dal dottor Luca Giovagnoli. Gli specialisti, insieme all'associazione di volontariato «Rapid dogs rescue» di Mantova, hanno poi lanciato una raccolta fondi su Facebook per finanziare il loro progetto. La sede della «Vet Rescue», così si chiamerà la struttura, sarà ad Ancona, in via delle Grazie 50. I lavori di ristrutturazione sono partiti in questi giorni. La clinica dovrebbe aprire al pubblico entro quattro mesi. Nel frattempo, lo staff di veterinari ha già potuto realizzare degli interventi di sos su alcuni cani in difficoltà. L'obiettivo dei fondatori è di rendere la clinica un punto di riferimento a livello nazionale, soprattutto per le associazioni ambientaliste che necessitano di assistenza veterinaria e la speranza, per il futuro, è di creare centri analoghi in altre regioni. La clinica garantirà servizio 24 ore su 24 e i veterinari interverranno anche in caso di emergenza, di notte e nei giorni festivi. La «Vet Rescue» sarà dotata di una sala visita e di una sala chirurgica, di un laboratorio analisi e della stanza per la radiologia. Le visite gratuite saranno riservate ai randagi. Ma chi sosterrà economicamente il progetto, con una donazione minima di 35 euro, otterrà in cambio il programma vaccinale di base, per un anno, per il proprio animale domestico, più una visita di controllo annuale gratuita. Inoltre, gli studenti di veterinaria desiderosi di fare tirocinio, saranno i benvenuti. Se il progetto non dovesse andare in porto, l'intera cifra raccolta sarà devoluta all'Ente nazionale protezione animali.

10.8.2009

Perche' sbadiglia

Oggi rispondiamo a Claudio che è incuriosito da un comportamento del suo cane, ovvero: sbadiglia di continuo sia a lui che agli altri cani, ci domanda il perché.
"Allora Claudio, lo sbadiglio da parte di un cane viene usato soprattutto per comunicare e va interpretato a seconda della situazione:
-Se vedi che sbadiglia mentre è tranquillo nella sua cuccia vuole semplicemente dire che ha sonno;
-Spesso però lo sbadiglio viene usato per comunicare stress o disagio. Ad esempio se il cane si trova in una situazione per lui non gradevole, in un posto particolarmente stressante, o anche solo quando noi facciamo qualcosa che lui non gradisce come: abbracciarlo o sgridarlo... e si perché vi ricordo che i nostri cani non amano essere abbracciati.... fateci caso la prossima volta che lo farete.
-o ancora potrebbe essere un segnale di calma, che può emettere sia nei confronti delle persone ad esempio: quando sono un po' troppo irruente, un po' troppo agitate; Sia nei confronti di un altro cane per comunicare qualcosa, ad esempio, che non ha intenzione di confrontarsi con lui e che prova disagio perché molto probabilmente si sente minacciato.
Comunque lo sbadiglio e solo uno dei segnali di calma che i nostri cani usano per comunicare. Ricordiamoci che avendo solo il corpo come mezzo di comunicazione è molto importante imparare ad osservarli."

7.8.2009

Bilancio secondo week end di io l'ho visto

Oltre 150 segnalazioni, un centinaio di interventi fatti 122 cani salvati dalla
strada, questi sono i numeri delle prime due settimane di attività dei
volontari di io l'ho visto 2009, le ronde antiabbandono di prontofido ed aidaa
che stanno operando dallo scorso 25 luglio sulle maggiori autostrade italiane.
Le giornate più impegnative dal punto di vista degli interventi sono state
quelle di sabato e domenica scorsa con oltre quaranta interventi e cinquantun
cani salvati dalla strada, tra cui una cucciolata di otto cani recuperati nella
zona di rimini e tutti fatti adottare nel giro di pochi giorni, cosi come sono
stati salvati altri due canetti e la loro madre abbandonata legata in una area
di sosta sull'autostrada milano-torino poco dopo la barriera di arluno. Da
segnalare che rispetto allo scorso anno gli avvistamenti di cani abbandonati
sono in forte e costante diminuzione, siamo a meno della metà rispetto alle
segnalazioni dello scorso anno, mentre sono aumentati gli interventi e
sopratutto cosa molto interessate, quest'anno siamo riusciti anche a restituire
sei cani ai legittimi proprietari, ovviamente si tratta di cani che non erano
stati abbandonati ma che erano scappati da case che si trovano in zona
autostrade. Purtroppo abbiamo ricevuto anche un bel po di segnalazioni anche
dalle singole città o dai paesi, e in quel caso non sempre siamo riusciti ad
intervenire, in quanto noi siamo presenti sulle autostrade, in alcuni casi
siamo riusciti ad intervenire in quanto abbiamo girato la segnalazione alle
associazioni che operano localmente, infine un dato statistico delle
segnalazioni ricevute complessivamente gli avvistamenti al sud di cani
abbandonati sono oltre il 60% del totale, la regione da cui arrivano la maggior
parte delle segnalazioni è la sicilia mentre quella con meno segnalazioni di
abbandono è il piemonte. Drastica infine la situazione a roma dove pur a fronte
di numerose segnalazioni non si riesce ad effettuare gli interventi in quanto i
canili sono al completo.
Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642643644645646647648649650651652653654655656657658659660

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.