**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

23.2.2009

Un vocabolario per i delfini

I delfini posseggono una comunicazione sonora tra le più complesse nel mondo animale e dall'uomo ancora poco conosciuta. Grazie a una nuova tecnica che permette di tradurre in immagini i suoni emessi dai cetacei, presto gli scienziati saranno in grado di produrre un vero e proprio vocabolario di base che ci aiuterà a capire il linguaggio di questi intelligenti mammiferi.
La chiave per studiare e catalogare i suoni utilizzati dai cetacei per comunicare è il CymaScope, uno strumento che, attraverso registrazioni ad alta definizione, cattura la struttura dettagliata di ogni emissione sonora e ne riproduce un'immagine schematizzata. In questo modo vengono estrapolati svariati modelli, ciascuno dei quali rappresenta una sorta di pensiero illustrato. Le metodologie usate in precedenza per rappresentare i versi dei delfini erano limitate a grafici di frequenza e ampiezza delle onde sonore. La nuova tecnica invece cattura l'impronta prodotta dalla vibrazione dei suoni nell'acqua, che si muovono espandendosi attraverso bolle e raggi, e rivela per la prima volta nei minimi dettagli le caratteristiche della «voce» di ogni individuo.
«Interpretare queste parole figurate potrebbe avere lo stesso significato che ebbe la Stele di Rosetta nella traduzione dei geroglifici egiziani» afferma l'ingegnere acustico John Stuart Reid, che partecipa alla ricerca. Il prossimo passo degli scienziati sarà registrare i delfini mentre individuano una serie di obiettivi precisi. In questo modo, col tempo, si creerà una sorta di vocabolario basilare che gli uomini potranno utilizzare a loro volta per cercare di parlare con questi cetacei e comprendere eventuali risposte.

20.2.2009

Li voglio aiutare. ma come?

Sono Michela da Milano ed io ed il mio fidanzato abbiamo una cocker e due gatti recuperati dalla strada: non ci è possibile adottare altri quadrupedi, ma vorremmo sapere se è possibile portare aiuto ad altri animali che non sonostati altrettanto fortunati.
"Cara Michela, quello che tu ed il tuo fidanzato volete fare è di sicuro un grande gesto d'amore.
I modi per aiutare i nostri amici a 4 zampe sono molti:
in primis, del volontariato in canile, portando a spasso quei poveri cani che trascorrono la maggior parte del loro tempo chiusi in una gabbia. I canili dove poter fare questo sulla zona di Milano sono molti. Visitando il nostro sito www.prontofido.net nella sezione “elenco canili” puoi trovare un elenco aggiornato contattandoli puoi chiedere quali sono gli orari dedicati ai volontari. In questo modo potrai regalare un'oretta di liberta a tanti cani.
Puoi anche aiutare un canile o un gattile semplicemente donando del cibo, o delle coperte per l'inverno, o delle cucce, insomma qualsiasi cosa ti venga in mente… di sicuro ne avranno bisogno.
Esiste anche l'adozione a distanza. Prontofido.net ha anche una sezione dedicata a questo, visitandola potrai notare che ci sono diversi siti sui quali viene spiegato esattamente come fare… la scelta sarà veramente difficile….
Inoltre c'è un ulteriore gesto d'amore utile a tanti cani che magari ai nostri ascoltatori può interessare ovvero, aiutare le volontarie dei canili che si occupano di adozioni ad ospitare per brevi periodi presso la propria casa quei cani recuperati da canili lager o da situazioni di maltrattamento o cani anziani che non possono stare più in canile"
Daniela Lisi

19.2.2009

Mucche: piu' latte se hanno un nome

Oggi qui al Magazine degli Animali parliamo di mucche, queste meravigliose creature che ci danno tutto e che sono così dolci e mansuete, ebbene sapete che se chiami la mucca per nome produce più latte? Una mucca anonima, senza nome, produce meno latte di una che invece un nome ce l'ha.
E' quando è emerso da uno studio della Newcastle University: “Così come la gente reagisce meglio se viene trattata con un tocco personale, le mucche sono più felici e rilassate se ricevono un'attenzione più individuale” spiega Catherine Douglas dell'Università di Newcastle.
Pensate che dando maggiore importanza al singolo animale, non solo possono migliorare il benessere degli animali e la sua percezione degli esseri umani, ma anche aumentare la produzione di latte.
Questo studio ha svolto un'indagine su 516 produttori di latte inglesi, quasi la metà ha affermato di chiamare per nome le mucche nella propria fattoria ottenendo così, con lo stesso numero di animali, 258 litri in più di latte di chi invece non lo fa.
Comunque secondo Giancarlo Belluzzi, vice presidente dell'ANMVI, nella realtà è impensabile dare nomi agli animali nei moderni sistemi di allevamento, è però obbligatorio trattare l'animale in modo corretto, con attenzione alla pulizia e igiene e dare loro adeguati spazi di movimento e di riposo.
Ma se siete in grado di poterlo fare e siete allevatori date un nome alle vostre mucche e chiamatele.
Loro saranno più felici e voi un po' più ricchi.

18.2.2009

Per micio e fido niente crisi?

La crisi non ha toccato l'amore per i nostri amici a 4 zampe, per loro pare non si bada a spese. A registrare la situazione degli animali da compagnia in Italia ci ha pensato l'Eurispes con il “Rapporto Italia 2008” e da questi dati di ricerca risulta che la quota per il mantenimento degli animali da compagnia sia cresciuta negli ultimi 7 anni del 30%.
In totale in Italia per i nostri amici si sborsano circa 2,4 miliardi di euro all'anno, tra questi 1,1 vanno agli alimenti (670 milioni per i gatti e 450 per i cani) 960 milioni vengono spesi per le visite veterinarie e 337 milioni per spese accessorie.
Dal rapporto Eurispes emerge il buon funzionamento della legge sul maltrattamento degli animali
Sensibilmente diminuiti i casi di animali maltrattati, anche se le cifre sono ancora alte: solo nei primi sei mesi del 2007 sono stati maltrattati 3.807 animali. E' una cifra ancora incredibilmente alta e, a proposito di animali maltrattati vi ricordo che è attivo Il Tribunale degli Animali la prima struttura di conciliazione ed arbitrato. Per saperne di più www.prontofido.net
Ma tornando al discorso delle spese per i nostri amici vi voglio ricordare che per tutto il mese di marzo i veterinari visitano gratis.
Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642643644645646647648649650651652653654655

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.