**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

11.6.2008

Meglio a casa o in pensione?

Del dottor Emanuele Minetti veterinario in Milano e dirigente dell'ANMVI
Se si va in vacanza per periodi brevi è meglio lasciare il gatto in casa PROPRIA con una persona di fiducia addetta al cibo ed alla cassetta, in grado di capire eventuali problemi.di salute e di toccarlo per carezze e coccole e per pettinarlo. Per cani e gatti, non prenotare all' ultimo minuto e scegliere sia su consiglio del veterinario e/o informandosi anche da conoscenti fidati; è meglio fare prima di lasciare l'animale per lunghi periodi almeno due giorni di prova. E' importante portare il proprio animale direttamente alla struttura prescelta in precedenza visitata, senza intermediari, perché occorre sapere in quali condizioni verrà tenuto. La pensione piu' affidabile e' quella dove si puo' entrare senza preavviso per fare visita all'animale. Evitare “appartamenti pensione” dove e' impossibile una disinfezione accurata. Anche per il gatto è meglio una gabbia di 1,5 metri quadri, con possibili saliscendi e area separata per la toilette, per il rischio contagio: e' una questione di sicurezza sanitaria'. Ed e' sempre bene lasciare un contatto reperibile.Per le VACCINAZIONI:: nel gatto meglio fare il richiamo della trivalente, se va all'aperto ed in pensione per lunghi periodi anche con la leucemia felina. Per il cane è bene optare per vaccinazioni complete anche di parainfluenza e leptospirosi. Se si porta l'animale con se attenzione al passaporto sanitario per espatriare (cane, gatto, furetto), da richiedere alla Asl veterinaria di appartenenza, che sostituisce i certificati di buona salute, rilasciato dopo l'applicazione del microchip e l'iscrizione all'anagrafe regionale, ed alla vaccinazione per la rabbia. Non in tutti i paesi le norme per introdurre gli animali sono uguali, quindi è indispensabile informarsi con alcuni mesi di anticipo.E' opportunopoi prepararsi una lista, anche tramite l'aiuto del proprio veterinario, su strutture sanitarie nel luogo di villeggiatura in caso di emergenza.

10.6.2008

La storia di billy

Billy era un bellissimo yorkshire terrier e, come sempre, il 16 aprile scorso accompagnava la sua proprietaria in un viaggio aereo da Catania in Germania.
Normale amministrazione per Billy, lui andava sempre in aereo perché la sua padroncina faceva spesso questo viaggio per andare a trovare il figlio che vive in una cittadina della Baviera.
Ma venerdì 16 aprile qualcosa è andato storto: La signora come sempre ha sistemato Billy nella sua speciale borsetta, ma l'assistente di volo ha cominciato a fare storie e solo alla fine si è lasciata convincere.
Fin qui tutto bene ma all'improvviso la cerniera della borsa ha ceduto e l'incubo è cominciato. L'assitente di volo non ha voluto sentire ragioni, è andata nella cabina di pilotaggio e ha messo il povero Billy dentro la valigia di un pilota, chiudendo entrambe le serrature.
Billy si è lamentato, si è dimenato e quando la sua padrona è riuscita a riaprire la valigia per il povero Billy era troppo tardi.
Noi speriamo che molti assistenti di volo siano abbiano ascoltato questa notizia. Non vogliamo aggiungere altro.
Ciao Billy

9.6.2008

Cani poliziotto con scarpe anche in francia

Qualche tempo fa qui al Magazine degli Animali abbiamo raccontato che i poliziotti tedeschi hanno iniziato a proteggere le zampe dei loro cani con delle scarpe speciali create appositamente negli Stati Uniti, ebbene a qualche mese di distanza la prefettura di Parigi ha deciso che anche i loro cani poliziotto saranno equipaggiati con dei particolari calzini.
Ma c'è una differenza: mentre gli animali tedeschi, pensate, hanno dovuto frequentare un corso speciale per imparare a camminare con le scarpe, le chien frances non avranno alcun problema ad imparare. Le calze francesi sono infatti molto duttili e sono dotate di una particolare suola in gomma non perforabile.
E' una protezione molto utile sia per i cani poliziotti che per gli agenti perché gli animali così equipaggiati possono andare su tutti i campi d'azione senza danneggiare le zampe e contemporaneamente la scena del crimine rimane incontaminata.
…… e in Italia?

6.6.2008

Cane che abbaia: che fare?

Come ogni venerdi Daniela Lisi risponde ad una mail relativa all'educazione del nostro amico. Qual è l'argomento oggi Daniela?
Oggi rispondiamo Barbara, che ci chiedeva come fare per evitare che la sua cagnolona abbai a tutti i passanti dal balcone di casa:
- come prima cosa consiglio di mettere un oscurante sul terrazzo in modo che lei non veda tutta la gente passare, lo puoi trovare tranquillamente in qualsiasi garden center;
- non andare mai sul terrazzo quando il cane abbaia perchè è soltanto un rinforzo, ottiene il risultato per cui sta abbaiando: attirare la tua attenzione e farti vedere chi sta passando, quindi fare la guardia;
- Se hai un buon richiamo prova a chiamare il tuo cane e nel momento in qui rientra in casa premiala immediatamente e poi cerca di tenerla per qualche minuto con te distraendola con altro. Falle capire che è stata premiata perché è rientrata in casa e non perché ha abbaiato, quindi: la richiami, la premi non appena arriva e magari ti metti un pò a giocare con lei stando lontana dal balcone
- devi trovare qualcosa di forte, che sia cibo o gioco, per far si che lei sia più motivata a tornare da te quando la chiami anziché stare sul terrazzo.
Certo è che se vogliamo un cane che faccia la guardia non possiamo pretendere che lo faccia solo in determinati momenti o pensare che a comando smetta di farlo.

Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642643

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.