**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

29.5.2008

Fido clonato? asta on line

Da oggi è possibile comprare una copia perfetta del vostro amico a quattro zampe! A proporcelo è la Bio Arts International, una società di biotecnologie della California che ha organizzato delle aste on line per la clonazione di 5 cani.
Secondo il New York Times, il ciclo delle aste avrà inizio il 18 giugno da un'offerta iniziale di 100mila dollari, anche se secondo gli scienziati il cane è un animale molto difficile da clonare perché ha una biologia riproduttiva molto più complessa di quella degli esseri umani.
Ma attenzione: nessuno potrà riavere indietro il proprio cane deceduto, ha detto Robert Lanza il principale responsabile della società di bioteclonologie, un cane clonato rischia di essere un cane del tutto sconosciuto, proprio come se ne aveste adottato un altro.
Ma, aggiungiamo noi, perché allora non andare al canile ad adottarne uno? E' tutto bye

28.5.2008

Ancora "viaggi della morte"

Dopo aver denunciato i terribili viaggi verso la morte dei cavalli adesso tocca a mucche e vitelli.
Il loro ultimo ed agghiacciante viaggio inizia dal porto brasiliano di Belem, qui vengono ammassati sulle navi in condizioni spaventose, senza cibo né acqua anche per quattro giorni, senza possibilità di muoversi e sdraiarsi .
Il tragico viaggio dura più di tre settimane, la destinzione è il Libano dove gli animali in molti casi arrivano stremati o già morti. Secondo i dati diffusi dalle associazioni animaliste, fino al 10 per cento dei bovini muore durante la traversata oceanica.
Anche in Italia è stata lanciata una raccolta firme per la sospensione dell'esportazione di animali vivi già decisa dallo stesso pubblico ministero a causa delle crudeltà inflitte agli animali che nel corso di questi viaggi, oltre a subire stress e sofferenze, sviluppano anche molte malattie e questo ha conseguenze anche sulla loro carne, poi desinata al consumo.
Insomma essendo comunque animali destinati alla macellazione tanto varrebbe che fossero macellati direttamente nel luogo di allevamento, evitando così i “viaggi della morte”.
Per saperne di più www.infolav.org

27.5.2008

Parliamo di filaria

Quest'oggi parliamo della filaria. Abbiamo in collegamento il Dott. Luigi Venco di Pavia che è tra i veterinari con maggiore esperienza diretta sul problema filaria, diplomato dell'European College of Veterinary Parasitology e membro dell'American Heartworm Society e del Feline International Council.
E' vero che la filariosi sta ampliando la sua diffusione?
- Dr. Venco: Sì senz'altro è vero. Negli ultimi anni complici anche i cambiamenti climatici e la maggior abitudine dei cani a viaggiare con i proprietari la malattia si è diffusa dall'intera pianura padana sia a nord che verso Sud tanto che attualmente Emilia Romagna, Toscana, Umbria, alto Lazio e Sardegna sono considerate zone ad alto rischio.
Cosa può fare il proprietario di un animale, quindi sia cane che gatto, per proteggere in modo sicuro il proprio animale?
- Dr. Venco: Innanzitutto affidarsi al medico veterinario e non al sentito dire. E' una malattia che può essere prevenuta in modo efficace e completamente sicuro tramite somministrazione di farmaci mensili per via orale o spot on o con la somministrazione di una formulazione iniettabile a lento rilascio che protegge il cane dall'intera stagione di rischio.
Questi farmaci possono comportare rischi e da quale età bisogna cominciare la prevenzione?
- Dr. Venco: Tutti i farmaci, e sottolineo tutti, che sono attualmente in commercio in Italia, hanno dimostrato oltre che efficacia, anche una completa sicurezza, tanto da superare i rigidi controlli dell'EMEA, che è l'ente europeo che vigila sulla qualità del farmaco.
La prevenzione va iniziata indipendentemente dall'età perché la malattia può colpire anche i cuccioli, e quindi deve essere iniziata nella stagione a rischio, anche a 2 e 3 mesi di età con farmaci a somministrazione orale o spot-on (sulla cute) o con l'iniezione annuale secondo le indicazioni.

26.5.2008

Bimbi e animali

Bella notizia per tutti coloro che hanno bambini che convivono con un animale domestico. Uno studio tedesco del Centro ricerche nazionale per la salute ambientale di Monaco ha rivelato che un cane in casa aiuta a ridurre i rischi di allergie infantili.
Dopo oltre sei anni di osservazione di circa novemila bambini gli scienziati hanno concluso che vivere a stretto contatto con un animale domestico “allena” in sistema immunitario dei bambini ad essere meno sensibile. Tutto questo significa riduzione di asma, eczema e febbre da fieno.
Questa bella ricerca è pubblicata sull'European Respiratory Journal e spiega come l'animale domestico funzioni da training per il sistema immunitario infantile per via delle sostanze che si annidano nel pelo.
Per chi stia pensando di allargare la propria famiglia a Milano partirà il prossimo settembre il primo corso pre-matrimoniale organizzato dall'Associazione Italiana Difesa Animale e Ambiente. Il corso è gratuito e fornisce dispense compilate da esperti per insegnare a convivere con gli animali, rispettando norme condominiali e comunali.
Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642643

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.