**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

25.4.2007

Totò amava i cani

Oggi ricordiamo Totò il grande, grandissimo attore, principe della risata scomparso il 15 aprile '67. Com'è giusto in questo periodo è stato ricordato con film, trasmissioni ed articoli ma anche qui nel nostro piccolo spazio vogliamo ricordarlo perché Totò amava smisuratamente i cani tanto da destinare a canili e rifugi finanziamenti importanti.
Ad affermarlo è Lietta Tornabuoni, critico cinematografico della Stampa, che racconta quando nel 1965 Totò investì ben 45 milioni di lire per far costruire l'Ospizio dei Trovatelli, un canile moderno ed attrezzato.
Totò, prosegue la giornalista, amava visitare a turno i canili e rifugi che aiutava, ma non dava mai un nome ai cani perché diceva “Mica son figli”. Li chiamava cane.
Secondo la Tornabuoni la sua non era solo una passione, era vero amore.
Altre notizie ed approfondimenti su prontofido.net e per le vostre mail prontofido@radiomontecarlo.net

24.4.2007

Lettera di adriano celentano a livia turco

Adriano Celentano ha scritto a Livia Turco attraverso le pagine del Corriere della Sera del 20.04.07 riferendosi alla tragedia della piccola Alessia di nove mesi sbranata da due cani: (ecco alcuni stralci) "Ministro lei si deve rimettere al tavolo e riscrivere l'ordinanza in modo corretto per un popolo scorretto. Mi domando quante saranno ancora le vittime che avrà sulla coscienza chi potrebbe evitare, attraverso una legge severa, che accadano stragi." e prosegue"...Se chiami un vigile per dirgli che c'è qualcuno che va in giro senza museruola, non solo lui ma anche il suo cane, il vigile si limita ad una lieve ammonizione senza applicare alle due bestie nessun tipo di sanzione". E conclude "Chi più di tutti deve essere punito è lo Stato che fa le leggi e non le mette in pratica"



23.4.2007

Il gatto nell'antico egitto

Oggi il nostro spazio lo dedichiamo al gatto. Ma ad un gatto molto antico, il gatto dell'antico Egitto.
Lo sapevate che nella civiltà egiziana il gatto era molto popolare perché ritenuto animale benefico?
Infatti il gatto fa la sua apparizione nella sfera religiosa nel 2340 a.C.ed è associato al dio sole nel suo corso notturno.
Spesso lo si vede ritratto mentro lotta contro il serpente Apopi, demone che ogni giorno tenta di fermare il sorgere del sole.
La maggiore notorietà del suo culto però si svilupperà durante il regno dei faraoni tolemaici nel 332 a.C. La dea gatta Bastet riunirà in sé le caratteristiche alle grandi madri Mut, Hathor e Iside: cioè l'energia sessuale, la fertilità, il fascino e il potere della magia.
Allora ricordiamo: il gatto porta bene.

20.4.2007

Macavity: il gatto pendolare

Macavity è preciso: ogni due giorni prende un autobus (il 331) a Londra. E' puntuale come un orologio svizzero, sale con gli altri passeggeri, si accomoda su un sedile e, dopo circa 400 metri scende dal mezzo pubblico.
Che c'è di strano? Milioni di persone tutti i giorni usano i mezzi pubblici, salgono e scendono a seconda dei loro impegni.
Il fatto incredibile è che Macavity è un gatto, proprio così un bel gattone bianco con un occhio azzurro e l'altro verde: lui compie questo tragitto perché quando scende dall'autobus si ferma davanti ad una vetrina di pesce e patatine fritte, gli viene offerto un sontuoso banchetto e lui contento e appagato se ne torna a casa.
La cosa ancora più curiosa è che nessuno l'ha mai visto tornare usando l'autobus, la sua è una corsa di sola andata.
Macavity è molto educato, tranquillo, non sporca e non disturba ma ha un unico difetto: non paga il biglietto. Speriamo che nessuno osi fargli la multa.

Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642643644645646647648649650651652653654655656657

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.