**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

10.3.2016

Aiutali a uscirne

“Aiutali a uscirne”: con questo slogan e dati alla mano, sabato 12, domenica 13 marzo la LAV scenderà in piazza con una petizione nazionale rivolta al Ministro della Salute Beatrice Lorenzin, per mettere fine ai test di sostanze come fumo, alcol e droghe sugli animali. Ricordiamo che in Italia, le sostanze d'abuso vengono ancora testate su topi e ratti, quasi sempre senza anestesia. All'estero, inoltre, gli studi sulle droghe sono condotti anche sulle scimmie.
Si tratta di un approccio alla ricerca criticabile sul piano scientifico e, prima ancora, sul piano etico: basti pensare all'elevato grado di sofferenza che i test effettuati sugli animali comportano. A ciò si aggiunga che gli effetti dannosi di fumo, droghe e alcol per la nostra specie sono noti da decenni e che la sperimentazione animale è un pretesto per testare presunti rimedi alle dipendenze, con il solo risultato di arricchire le tasche di chi li produce, senza tutelare davvero chi abusa di queste sostanze, in primo luogo i ragazzi e le persone più fragili.
La LAV chiede quindi il divieto definitivo di questi test crudeli e scientificamente infondati
Prendiamo nota: La petizione si potrà firmare il 12 e 13 marzo, in centinaia di piazze italiane: trova il tavolo LAV più vicino consultando http://www.lav.it/lav-in-piazza

9.3.2016

Struzzi sgozzati per borse e scarpe

Uno dopo l'altro vengono spinti in macchinari che li bloccano, li stordiscono con scosse elettriche prima di venire sgozzati. questi sono gli ultimi istanti di vita di centinaia di struzzi brutalmente uccisi per diventare borse e scarpe vendute da molte grandi firme dell'alta moda mondiale. E non va meglio ai più giovani che vivono pochi giorni, senza mai vedere la propria madre, prima di diventare materiale per portafogli. Tutto questo emerge da un'investigazione condotta in incognito dalla sezione statunitense della Peta l'organizzazione internazionale per la difesa degli animali, che è riuscita a filmare l'interno di macelli sudafricani gestiti dai due più grandi produttori di struzzi al mondo: sono loro infatti a fornire il 75% di tutti i prodotti di struzzo a livello globale. Una volta uccisi, agli animali vengono strappate le piume per creare la superficie con i nodi a “pelle d'oca” che viene spesso usata per le borse dell'alta moda internazionale.
«Non direbbero mai da dove viene la pelle delle loro borse. Però siamo noi a fornire per i migliori gruppi del lusso. LVMH, Hermès. - spiega una delle operatrici della aziende -. Non vorrebbero che lo dicessimo, ma Hermès, sì , certo. Per la Birkin in struzzo è sempre Klein Karoo [l'azienda sudafricana n.d.r.]».
Un responsabile presso un grande allevamento di struzzi ha descritto questi animali come intelligenti, sensibili e capaci di interagire in un sistema sociale complesso. «Non sono uccelli stupidi. Ho un grande rispetto per gli struzzi - spiega l'uomo -. Come esseri umani possiamo imparare da loro».
«Peta chiede a tutti i consumatori di rinunciare alla pelle e scegliere tra i molti bellissimi accessori vegani d'alta qualità, fatti con il rispetto per gli animali».

8.3.2016

Medical detection dogs

Sempre più studi confermano le capacità dei cani “medical detector" che, con un addestramento adeguato, riescono a captare tumori, diabete e altre malattie. Le razze più adatte sono Labrador, Spaniel, Barboncini e Yorkshire Terrier ma in realtà qual che serve davvero è un eccellente senso dell'olfatto e un buon rapporto con l'uomo.
Polo, un labrador nero di 4 anni, ogni notte veglia sulla sua piccola padroncina, Gemma, affetta da diabete di tipo 1 soggetta a improvvise e pericolose fluttuazioni della glicemia così grazie al suo intervento evita che si debba correre in ospedale. Polo sta accanto a Gemma tutta la notte e se fiuta qualche cambiamento, corre ad avvertire i genitori della piccola, svegliandoli e invitandoli a intervenire con i farmaci. E poi c'è Nano, un barboncino che annusa ogni cibo prima che la proprietaria Yasmine possa mangiarlo, per avvertirla dell'eventuale presenza di noci, alle quali è fortemente allergica.
Le storie di alcuni di questi animali sono apparse sul “Daily Mail” online. E' proprio l'olfatto quindi il segreto dei “Medical Detection Dogs”: questi animali hanno 300 milioni di sensori olfattivi, contro i soli 5 dell'uomo. E sanno come usarli a fin di bene e di utilità sociale, se ben preparati. Con costi compresi fra 14.000 euro per addestrare un cane per diabetici e 7.000 per un cane “cacciatore di tumori”.
Facciamo un appello al Ministro della sanità?

7.3.2016

Ritocchi estetici

"Egregio Dottore, Ho acqistato un jrt, la mamma ha le orecchie dritte, il padre no; se anche il mio cucciolo dovesse incominciare a drizzarle cosa si potrebbe fare senza recare nessuna sofferenza al cucciolo? distinti saluti. Diomede". Risponde il Dottor Emanuele Minetti, Medico Veterinario a Milano:
"Buongiorno, le confesso che dopo 35 anni di professione, ed alla soglia dei miei 60 anni, ho sentito decine di volte domande sui problemi estetici dei cani e ... non le capisco più!
Lungi da me censurare, o criticare, chi vuole il "cane di razza perfetto" ma francamente le mie energie sono rivolte al vero benessere psico-fisico del cane, o del gatto, di casa e non alle minuzie come questa, che non si possono nè prevedere nè ragionevolmente correggere senza interventi comunque fastidiosi (cerotti, bendaggi, stecche eccetera) oppure di chirurgia estetica vera e propria.
Da anni da queste pagine cerchiamo di trasmettere una educazione al possesso degli animali da compagnia, e quindi una generale crescita in civiltà della nostra società, che sia non edonista (possesso dell'aninale come oggetto da ostentare come un gioiello...) ma semplicemente rispettosa.
Pertanto si dimentichi se il cucciolo avrà le orecchie piegate o diritte, una su ed una giù, ma si preoccupi di seguirne l'evoluzione caratteriale e comportamentale per donargli una esistenza serena all'interno della famiglia.
Mi scusi del "pippottone" ma la cosa è davvero diretta a tutti quelli che ci leggono per far capire cosa sia davvero importante alla fine e cosa no.
Cari saluti."
Dr Emanuele Minetti DVM SSPV
Viale Monteceneri 64 Milano
www.biessea.com

Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.