**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

9.2.2016

I cani riconoscono l'inaffidabilità

Un team di scienziati, guidati da Akiko Takaoka della Kyoto University in Giappone, afferma che i cani possono percepire quando una persona è inaffidabile. E una volta che l'hanno captato, smettono di “dargli retta”. Un elemento che gli addestratori cinofili conoscono bene, tanto che la prima regola per chi vuole “educare” e conquistare la fiducia del proprio cane è essere sempre coerenti nell'interazione con l'animale. In uno studio pubblicato sulla rivista “Animal Cognition”, la squadra di ricercatori giapponesi ha testato 34 cani in tre momenti diversi.
Nel primo, gli sperimentatori hanno indicato agli animali con precisione dove fosse nascosto del cibo, cioè all'interno di un container. Nel secondo, hanno segnalato ai cani un contenitore vuoto. Al terzo turno, lo stesso sperimentatore ha nuovamente segnalato all'animale il contenitore con il cibo.
Ebbene, gli animali in quest'ultima occasione non hanno risposto allo sperimentatore, evitando di seguirlo e di cadere nella “trappola” del contenitore vuoto. Questo suggerisce, dice Takaoka, che i cani possono utilizzare la loro esperienza per valutare se una persona è affidabile o meno. «I cani hanno un'intelligenza sociale più sofisticata di quello che pensavamo. Questa si è evoluta in modo selettivo nel corso della loro lunga storia di vita insieme agli esseri umani». Il prossimo passo, aggiunge il ricercatore, sarà quello di testare specie strettamente collegate ai cani, come i lupi. Questo svelerebbe gli «effetti profondi dell'addomesticazione» sulla intelligenza sociale dei cani.

8.2.2016

Alimentazione casalinga?

Alla posta del veterinario di www.prontofido.net abbiamo ricevuto diverse mail sull'argomento alimentazione casalinga o industriale dei nostri amici animali, vogliamo tornare quindi sull'argomento per tentare di capirne di più. Abbiamo in collegamento il nostro veterinario di fiducia dott. Emanuele Minetti:
"Buonguorno Loredana e buongiorno ai nostri ascoltatori. L'indagine giornalistica televisiva di alcune settimane fa ha realmente creato del panico, spesso ingiustificato, ma ha anche sollevato un problema che anche molti medici veterinari si auguravano fosse affrontato.
Infatti troppo spesso chi consiglia l'alimentazione non è medico veterinario con precise competenze, ma impiegati di realtà commerciali, o siti internet, o gli amici del giardinetti, e ciò non è davvero possibile nè serio. La dieta quotidiana deve tenere conto di alcune cose fondamentali: la prima che deve essere bilanciata per l'animale che la deve assumere, ed ogni animale ha bisogno della sua; la seconda che deve essere sana e sicura; la terza che non deve creare alcun problema di allergia od intolleranza.
Formulare delle diete in casa è sempre possibile ma richiede impegno, conoscenza, tempo: se non si ha uno solo di questi si farà del male al proprio animale.
Molti hanno infatti deciso di abbandonare gli alimenti preconfezionati creando disturbi clinici acuti e possibili carenze nel tempo, ed invece di migliorare hanno peggiorato la situazione esistente, che invece era magari ottima.
Bisogna pertanto usare buonsenso e misura, chiedere al proprio medico veterinario, trovare un punto di incontro fra esigenze nutrizionali di base ed aumento della salubrità degli alimenti.
Dobbiamo sottolineare che ciò che per noi umani è sinonimo di "alimentazione ricca" per i nostri animali non ha alcun senso, ma che invece la richiesta di qualità certificata e tracciata è un diritto assoluto dei consumatori proprietari di animali da compagnia. Il mercato deve poter selezionare e riconoscere i produttori seri e poter mettere fuori gioco quelli che non rispettano le norme.
Alla prossima settimana."
Emanuele Minetti
medico veterinario
www.biessea.com


5.2.2016

Springer spaniel che morde i cani

"Mi chiamo Patrizia, da poco ho adottato uno springer spaniel di 3 anni, da un privato che non lo poteva piu' tenere. Il cane e' dolce affettuoso, nessun problema a rapportarsi con le persone, mentre con gli altri animali non socializza ma mostra i denti e morde, secondo lei puo,' dipendere dal cambiamento di padrone? Sono dispiaciuta e sinceramente non so come aiutarlo.
Grazie in anticipo per la risposta. Patrizia" Cosa ne pensa la nostra esperta in comportamento animale dott.ssa Sabrina Giussani?
"Buongiorno Loredana e buongiorno a tutti gli ascoltatori! La capacità di comunicare con i propri simili è legata alle esperienze che il cane ha compiuto durante lo sviluppo comportamentale. Nel periodo di socializzazione, che si estende fino al terzo mese di età, il cucciolo inizia a conoscere il mondo: gli esseri umani, i cani, i gatti, i rumori, gli oggetti e così via. La capacità di realizzare un corretto apprendimento dipende non solo dagli stimoli incontrati ma anche dalle competenze acquisite grazie all'educazione materna: una mamma premurosa che rassicura il piccolo quando è in difficoltà, che lo calma quando si agita e gli mostra come fare o che comunica in modo corretto permette al piccolo di concentrarsi e incamerare le informazioni. Dopo l'adozione, il cucciolo insieme alla famiglia umana, perfezionerà la conoscenza, per esempio, degli altri cani. Per realizzare questo processo è necessario incontrare quotidianamente i propri simili, cominciando dai soggetti più disponibili, calmi, di piccola taglia. Le interazioni devono essere inizialmente brevi per poi allungarsi con la crescita I giochi e le interazioni devono essere supervisionati dal proprietario che proteggerà il piccolo quando è in difficoltà. È opportuno evidenziare che lasciare il cucciolo insieme a qualsiasi cane per ore non favorirà la socializzazione, anzi potrebbe ostacolarla! È possibile che il cane adottato dalla Sig.ra Patrizia aggredisca i propri simili perché a disagio: potrebbe non essere capace di parlare con loro oppure è stato aggredito in passato e ha paura. Consiglio alla Sig.ra Patrizia di realizzare una visita presso un Medico Veterinario Esperto in Comportamento Animale così da comprendere quali sono le difficoltà del cane e supportarlo con un percorso riabilitativo."

4.2.2016

In Italia sempre più vegetariani

Secondo il Rapporto Italia 2016 dell'Eurispes – l'8% degli italiani ha scelto un'alimentazione “verde” nell'ultimo anno. In particolare, il 7,1% degli italiani ha eliminato carne e pesce, mentre lo 0,9% ha optato per una dieta totalmente vegetale. Il dato complessivo è in lieve aumento rispetto alla rilevazione precedente. Secondo l'Eurispes l'andamento della scelta veg negli ultimi tre anni è stato altalenante ma alla fine emerge un trend positivo. La novità principale è rappresentata dalla percentuale di vegani: chi ha scelto una stile di vita senza derivati animali e quindi, a livello di alimentazione, esclude dalla dieta anche uova, latticini e miele. Pur essendo ancora una minoranza della popolazione, i vegani apparivano in forte calo solo un anno fa.
Passando alle motivazioni, la maggior parte di chi si dichiara vegetariano o vegano, spiega lEurispes, è mosso da ragioni che hanno a che fare con la salute e il benessere. Il 30%, invece, dalla sensibilità nei confronti degli animali, mentre poco più del 12% deve la sua scelta alla sensibilità per la tutela ambientale.

Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642643

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.