**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

30.4.2017

Il cucciolo è a casa da solo

Oggi qui al Magazine degli animali parliamo di come lasciare in casa da solo il cucciolo. Ci dice tutto la dottoressa Sabrina Giussani medico veterinario esperta in comportamento animale:
"Buongiorno Loredana e buongiorno a tutti gli ascoltatori. Il cucciolo, quando arriva nella nostra casa, è disorientato e impaurito non solo perchè ha perso i principali punti di riferimento (la mamma e i fratelli) ma anche perchè si trova in un ambiente sconosciuto. Per questo, è necessario riposare la notte in sua compagnia e non lasciarlo da solo almeno per qualche settimana. Il piccolo inizialmente ci seguirà in ogni stanza e poi, con il passare del tempo, riuscirà a rimanere tranquillo anche quando ci perderà di vista. È necessario invitare il cucciolo ad accompagnarci quando ci spostiamo nell'abitazione evitando di chiudere le porte poiché il piccolo deve imparare a rimanere da solo e non essere obbligato. È opportuno ricordare che ogni cucciolo ha tempi differenti per raggiungere questa capacità.
Le prime separazioni possono essere realizzate dopo una passeggiata e durare pochi minuti. È necessario salutare il piccolo (Ciao, la mamma va a prendere il pane) all'uscita e al ritorno. Ignorare il cucciolo ostacola l'apprendimento poiché il piccolo si troverà solo all'improvviso e concentrerà sempre più l'attenzione sui proprietari per cercare di prevedere quando rimarrà solo.
Nel caso di abbaio, pianto o ululato è necessario rientrare immediatamente e confortare il cucciolo. Se il disagio dovesse presentarsi in occasione di ogni separazione, è necessario rivolgersi a un Medico Veterinario Esperto in Comportamento Animale poiché nessun essere vivente si abitua a ciò che lo mette in difficoltà. Arrivederci a tutti."

29.4.2017

Dalla parte degli animali

Tra circa un'ora partirà "Dalla parte degli animali" un programma di Michela Vittoria Brambilla su Rete 4. Per saperne di più il microfono all'onorevole Brambilla, ascoltiamo:
“Non solo parliamo di animali, ma troviamo loro una casa”: da oggi non perdete “Dalla parte degli animali”, prima serie di otto appuntamenti in day-time in onda su Rete4 ogni sabato alle ore 11,00 e in replica la domenica alle ore 14,00 sempre su Rete4. Le repliche domenicali saranno riproposte anche su La5 (alle 16,20) e su Mediaset Extra (alle 10,00).
"Dalla parte degli animali” è infatti la prima trasmissione animalista che si rivolge direttamente al cuore dei telespettatori e fa appello al loro sentimento di solidarietà, per regalare una nuova vita a cani, gatti ed altri animali abbandonati o in difficoltà. Ogni settimana, da un canile o da un rifugio di tutta Italia, vi presenterò tanti quattrozampe che non vedono l'ora di entrare a fare parte della vostra famiglia: trovare loro una casa è la sua prossima missione.

23.4.2017

Il nonno e il gatto

Sapevate che un gatto allunga la vita e riporta il sorriso? E' successo a Jiji, un uomo di 94 anni di Tokyo «malato e molto scontroso» fino a quando nella sua vita non è entrato Kinako, un gatto dolcissimo.
Il tamite è stato il nipote di Jiji, che non ce la faceva più a vedere il nonno che si stava spegnendo giorno dopo giorno.
Prima dell'arrivo del gatto infatti, tutto il suo mondo era cupo e triste. Jiji non aveva mai saltato un giorno di lavoro per 64 anni, fino a quando nel 2009 si è improvvisamente ammalato. E' stato ricoverato in ospedale per un lungo periodo e, una volta dimesso, ha «perso interesse per la vita ed è diventato scontroso». A riportare il sole nella sua vita è stato il gatto Kinako. E fra loro è stato amore a prima vista.
I due oggi sono inseparabili: trascorrono le loro giornate insieme. Leggono il giornale insieme, fanno colazione e fanno insieme anche un pisolino. Kinako è diventato l'angelo custode del nonno, e veglia su di lui in ogni passo del suo cammino.

22.4.2017

I nemici della primavera

Oggi qui al Magazine degli animali ci chiediamo: l'arrivo della primavera può portare nuovi problemi ai nostri amici? Risponde il dottor Emanuele Minetti medico veterinario a Milano:
"La primavera è arrivata e con lei pure alcuni problemi per i nostri cani, in particolare le pulci, le zecche, le zanzare ed i pappataci, contro le quali possiamo utilizzare prodotti specifici anche utili a contrastare il rischio delle malattie trasmesse da vettore come la filariosi, la leishmaniosi, eccetera.
I nemici però non finiscono qui: infatti pochi si ricordano dei forasacchi.
Essi sono banalmente quelle piccole spighe presenti nelle nostre città, nelle aiuole, nei campi, ma anche nella natura incontaminata, che quando si seccano (quando cioè diventano gialle), entrano in contatto con il pelo del nostro cane, praticamente appiccicandosi a loro, e che poi possono arrivare a contatto diretto con alcune parti del corpo particolarmente a rischio ed esposte, come il condotto uditivo, le narici, la bocca, le pieghe cutanee, il perineo, gli spazi interdigitali, gli organi genitali.
Per la loro conformazione i forasacchi tendono a penetrare – a camminare in avanti e basta quindi - ove possono ed a non uscire più: è quindi importante che quando si fa una passeggiata in un luogo dove essi sono presenti bisogna ispezionare frequentemente con attenzione il manto del cane nelle zone sopra indicate e poi tutto il corpo per togliere ogni singola spiga presente.
In particolare vanno controllate tutte le razze di cani a pelo lungo e/o con le orecchie grandi e pendule, ma qualunque cane può incorrere in guai da corpo estraneo, in quanto le spighe una volta entrate nelle orecchie o nel naso o nella pelle possono “camminare” nell'organismo dando gravissime infezioni ma possono anche raggiungere distretti vitale come il polmone od altri organi interni.
Se avete il dubbio che qualcosa possa essere penetrato nelle orecchie o nel naso in primis del vostro cane portatelo immediatamente dal veterinario, e cercate di evitare il fai-da-te se non usando le mani per ciò che sia subito facilmente estraibile al volo.
Non sottovalutiamo questo silenzioso strisciante nemico quindi.
Buona domenica!"
Emanuele Minetti
Medico veterinario
www.biessea.com
Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642643644645646647

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.