**
Torna indietro

Il magazine degli animali

In onda su Radiomontecarlo tutti i giorni alle ore 14,45.

Tutti gli argomenti già trattati

13.11.2015

La relazione di attaccamento

"Ho una jack russel dolcissima di due anni e mezzo, è buona e ubbidiente ma quando mi vede allontanare è un vero e proprio dramma, comincia ad urlare e guaire come se la stessero uccidendo. l'unico modo di calmarla è che io ritorni vicino a lei e a volte non è possibile. cosa mi consiglia? grazie. Giuliana" La parola alla dott. Sabrina Giussani Medico Veterinario Esperto in Comportamento Animale:
"Buongiorno Loredana e buongiorno a tutti gli ascoltatori. La cagnolina, dalla descrizione della Sig.ra Giuliana, sembra disperata: urla, piange e non riesce a tranquillizzarsi fino al ritorno della proprietaria. A questo proposito recenti suti hanno evidenziato che il nostro cane crea con i membri della famiglia una relazione molto speciale, chiamata di attaccamento. Il legame di attaccamento presente tra mamma cane e i cuccioli, si trasferisce ai proprietari; tale legame è reciproco tanto che, quando ci rivolgiamo al nostro cane, usiamo le parole e il tono che di solito riserviamo ai bambini. La relazione di attaccamento con la mamma è il modello usato dal cucciolo per interagire con gli altri cani e le persone. Quando il legame è insicuro, il piccolo non è capace di gestire le situazioni: una grande gioia e un'intensa paura si alternano nella quotidianità. Per questo la separazione dal proprietario induce disagio manifestato con urla mentre l'incontro con un cane amico, provoca salti e pianti che testimoniano la felicità. Le emozioni, quindi, sono mal gestite dalla piccola che vive con la Sig.ra Giuliana. Consiglio alla proprietaria di rivolgersi a un Medico Veterinario Esperto in Comportamento così da intraprendere un percorso atto ad aumentare l'autostima e l'autonomia".

12.11.2015

Il brutto anatroccolo

Oggi qui al Magazine degli animali vi annuncio che la fiaba del brutto anatroccolo è diventata realtà. ecco la storia: in Polonia, un giovane cigno orfano è stato adottato da una famiglia di papere e grazie a loro, l'anatroccolo grigio è diventato un cigno adulto ed è considerato una mascotte dai pescatori della zona.
E' iniziato tutto quando un fotografo polacco Sebastian Luczywo ha incontrato il piccolo anatroccolo mentre si aggirava da solo vicino a un laghetto. Strano, in quella zona di solito i cigni si fermano solo per poche settimane, per riprodursi e svezzare la prole. Sono stati i pescatori della zona a raccontargli la storia dell'anatroccolo: i suoi fratellini e le sue sorelline erano stati uccisi da un predatore, e poco dopo la mamma lo aveva abbandonato. Ma lo sfortunato cucciolo è stato accolto da una famiglia di papere che lo hanno aiutato a sopravvivere.
Il cigno è considerato come un piccolo eroe dalla comunità locale. Ormai non è più un cucciolo, ma un esemplare quasi adulto e del tutto indipendente. Con l'inverno in arrivo, i pescatori della zona sono già in allerta per assicurarsi che non soffra la fame. «Senza di lui il laghetto non sarebbe più lo stesso, speriamo tutti che sopravviva alla stagione più fredda».

11.11.2015

Maxi Zoo: 21 novembre a Milano

Oggi qui al Magazine degli animali vi voglio parlare di un appuntamento interessante per tutti gli amanti dei quattro zampe per sabato 21 novembre. L'incontro si terrà al punto vendita della catena di alimenti e accessori per animali Maxi Zoo di viale Certosa a Milano dove ospiterà la prima Giornata Benessere per cani & Co. Nel corso la giornata ci saranno lezioni di toelettatura nel Dog Camp, lo spazio indoor di 150 metri quadri riservato ai quattro zampe all'interno dello store. Inoltre Sarà anche possibile effettuare una toelettatura direttamente all'interno del van di PetPet, la prima SPA a quattro ruote per cani & Co. Pensate: Si tratta di un vero e proprio servizio a domicilio di toelettatura per animali all'interno di un furgone attrezzato, che opera a Milano e dintorni, che per tutta la giornata di sabato sarà a disposizione dei clienti Maxi Zoo nel parcheggio del punto vendita.
Quindi segnate in agenda: sabato 21 novembre tutti da Maxi Zoo di viale certosa a milano.

10.11.2015

Risata della iena: che significa?

Oggi qui al magazine degli animali parliamo per la prima volta delle iene, un animale famoso soprattutto per la sua “risata”. Una risata udibile soprattutto quando stanno per sferrare un attacco mortale contro una possibile preda, non è quindi un verso casuale e un po' isterico ma una comunicazione vera e propria. Questa è la tesi sostenuta da uno studio condotto dalla University of California in collaborazione con l'Università francese di St. Etienne, su 26 iene in cattività.
A seguito di una precedente ricerca, gli studiosi avevano chiarito che dalla tonalità di una «risata» si poteva definire l'età dell'animale che la emetteva. Adesso si aggiunge un nuovo dettaglio: a seconda della variazione di frequenza delle note emesse da una iena, l'animale trasmette informazioni sul proprio rango sociale. Questo permette, all'interno di un branco, di stabilire la precedenza ad alimentarsi e la suddivisione della preda.
L'organizzazione sociale del branco è nettamente matriarcale, nel senso che sono le femmine, indipendentemente dalla loro età, a occupare i ranghi più elevati. Le informazioni contenute in una risata sono molto importanti anche per un nuovo maschio che si inserisce in un clan, visto che gli consentono di capire chi conta all'interno del gruppo, aumentando così le possibilità di migliorare il proprio status.
Infine, una parte dei 10 differenti suoni registrati dai ricercatori trasmette un messaggio di frustrazione e di richiesta d'aiuto. Ciò avviene quando una iena si trova, per esempio, di fronte ad un leone fermamente intenzionato a sottrarle una preda.
E con il significato della risata delle iene è tutto per oggi.

Pagina  123456789101112131415161718192021222324252627282930313233343536373839404142434445464748495051525354555657585960616263646566676869707172737475767778798081828384858687888990919293949596979899100101102103104105106107108109110111112113114115116117118119120121122123124125126127128129130131132133134135136137138139140141142143144145146147148149150151152153154155156157158159160161162163164165166167168169170171172173174175176177178179180181182183184185186187188189190191192193194195196197198199200201202203204205206207208209210211212213214215216217218219220221222223224225226227228229230231232233234235236237238239240241242243244245246247248249250251252253254255256257258259260261262263264265266267268269270271272273274275276277278279280281282283284285286287288289290291292293294295296297298299300301302303304305306307308309310311312313314315316317318319320321322323324325326327328329330331332333334335336337338339340341342343344345346347348349350351352353354355356357358359360361362363364365366367368369370371372373374375376377378379380381382383384385386387388389390391392393394395396397398399400401402403404405406407408409410411412413414415416417418419420421422423424425426427428429430431432433434435436437438439440441442443444445446447448449450451452453454455456457458459460461462463464465466467468469470471472473474475476477478479480481482483484485486487488489490491492493494495496497498499500501502503504505506507508509510511512513514515516517518519520521522523524525526527528529530531532533534535536537538539540541542543544545546547548549550551552553554555556557558559560561562563564565566567568569570571572573574575576577578579580581582583584585586587588589590591592593594595596597598599600601602603604605606607608609610611612613614615616617618619620621622623624625626627628629630631632633634635636637638639640641642

Se volete comunicare con noi scrivete alla redazione di prontofido.